20/06/2024velature estese

21/06/2024velature sparse

22/06/2024poco nuvoloso

20 giugno 2024

Nord-Est

Coltivava in casa la marijuana destinata allo spaccio

Sotto sequestro 14 piante di cannabis, 31 grammi di marijuana essiccata e vario materiale per la coltivazione ed il confezionamento

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

Coltivava in casa la marijuana destinata allo spaccio

VICENZA - Nell’ambito dell’attività di monitoraggio investigativo, disposta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Vicenza, i finanzieri del locale Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria hanno avviato una specifica attività di osservazione in alcune piazze e in prossimità di varie scuole site nella provincia vicentina. In particolare, i militari della Sezione Mobile hanno concentrato la propria attenzione su un 43enne di Camisano Vicentino con numerosi precedenti specifici, visto aggirarsi nelle zone limitrofe ad alcuni plessi scolastici e nei pressi di alcune note “piazze di spaccio” della zona sud-est della provincia.

Alla luce delle preliminari risultanze info-investigative, nelle scorse ore i finanzieri hanno eseguito una perquisizione d’iniziativa presso l’abitazione del sospettato, individuando una piantagione domestica di cannabis composta da 14 esemplari con numerose infiorescenze, 31 grammi di marijuana in fase di essiccazione, n. 19 semi di cannabis autofiorenti “Fast Buds”, n. 1 lampada per serra, n. 6 litri di sostanza chimica per coltivazione, n. 1 bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento.

Sulla scorta delle evidenze probatori acquisite, lo stupefacente rinvenuto ed il materiale sono stati posti sotto sequestro, con la conseguente denuncia a piede libero del responsabile alla Procura della Repubblica di Vicenza per il reato di spaccio di stupefacenti previsto e punito dall’art. 73, comma 5, del D.P.R. 309/1990.


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 


| modificato il:

Gianandrea Rorato

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×