01/10/2022velature sparse

02/10/2022poco nuvoloso

03/10/2022poco nuvoloso

01 ottobre 2022

Mogliano

Casier, tra forza e fragilità: prevenzione e cure nell’invecchiamento cognitivo

Le iniziative del Comune a sostegno dell’invecchiamento, in collaborazione con Israa Treviso

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

Il comune di Casier a sostegno dell’invecchiamento

CASIER – “La nostra amministrazione è particolarmente attenta e impegnata nell’attuazione di iniziative rivolte alle persone anziane e alla costruzione di una comunità accogliente verso tutte le forme di fragilità che la persona può incontrare nell’arco della vita”. Così il sindaco di Casier Renzo Carraretto introduce le due conferenze aperte alla cittadinanza sul tema dell’invecchiamento e della prevenzione delle condizioni di fragilità, in programma lunedì 21 febbraio alle 20.30 nella Biblioteca Comunale in via Roma, 2 a Dosson di Casier e lunedì 7 marzo alle 20.30 nella sede dello Spazio Bra (ex sede della Polizia Municipale), in piazza Pio X a Casier.

Ad illustrare i fattori di rischio di fragilità cognitiva e le strategie utili a contrastarla o ridurne l’impatto, anche grazie al supporto della tecnologia, saranno Silvia Vettor, responsabile Rete Alzheimer Israa, Stefania Macchione, psicologa Israa e Davide Tuis, project manager Faber, fabbrica Europa Israa.

La demenza o “disturbo neurocognitivo maggiore” è una condizione sempre più diffusa: a oggi, in Italia più di un milione di persone ne sono affette. Diventa quindi incalzante la necessità di intervenire precocemente al fine di una presa in carico clinica e sociale che ritardi la perdita di autonomia e impedisca l’isolamento dell’anziano e del nucleo familiare.

Per questo, oltre alle due serate informative, il progetto nato dalla collaborazione tra l'Assessorato alle Politiche Sociali del comune di Casier e Israa Treviso si articola in altri due step: il progetto “Fatti un tagliando”, quattro mattinate di screening cognitivo curate da due neuropsicologhe a favore della popolazione ultrasessantacinquenne del territorio per favorire l’identificazione precoce di eventuali fragilità attraverso la valutazione di quelle funzioni cognitive più sensibili all’invecchiamento, come ad esempio la memoria, e “Le parole della cura”, un corner all’interno della biblioteca comunale, dedicato alla letteratura sui temi connessi all’Alzheimer e alle demenze, nato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

immagine della news

19/06/2022

BUONA DOMENICA Non si è mai troppo vecchi

In America già si pensa al successore di Biden che a novembre compirà 80 anni. Una soglia sotto la quale in Italia non si scende per la scelta del Capo dello Stato

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×