25/02/2024pioggia e schiarite

26/02/2024pioggia debole

27/02/2024rovesci di pioggia

25 febbraio 2024

Lavoro

Primi sei mesi del 2023 in attivo per Itagency. Previsioni in crescita anche per la seconda parte dell’anno e occhi puntati sulla GDO

L’azienda di Vascon guidata dalla famiglia Fabbrini chiude la prima metà dell’anno con un fatturato di oltre 40 milioni di euro. L’obiettivo è quello di raddoppiare i ricavi anche grazie all’ingresso massivo nel business della GDO

|

|

Primi sei mesi del 2023 in attivo per Itagency. Previsioni in crescita anche per la seconda parte dell’anno e occhi puntati sulla GDO

Bilancio semestrale in attivo per Itagency, che chiude la prima metà dell’anno con un fatturato complessivo di 43,3 milioni di euro e la prospettiva di raggiungere quota 86,5 milioni di euro entro il 31 dicembre, a +7% sugli 80.8 milioni fatti registrare alla fine del 2022. Proprio il 2022 è stato innegabilmente un anno d’oro per l’impresa di Vascon, leader italiana nella distribuzione di prodotti per tabaccherie, che ha visto l’ebitda salire da 2,6 a 6,9 milioni di euro (+265%) e l’ebit schizzare da 1,9 a 5,8 milioni di euro (+305%), laddove l’utile di esercizio dopo le imposte, che già nel 2021 sfiorava il milione di euro, ha a sua volta toccato la ciffra record di 3,5 milioni di euro.

 

Merito senza dubbio dei prodotti di ultima generazione (cresciuti del +274%), che da soli hanno pesato sul considerevole incremento per un valore complessivo di 25 milioni di euro, e di una politica aziendale fortemente improntata all’innovazione e alla volontà di rinnovarsi. Ora l’auspicio, suffragato peraltro dai dati previsionali, è che si riesca a mantenere questo trend positivo anche per il 2023, seppur stabilizzandolo su cifre fisiologicamente più contenute, a fronte dei numerosi e importanti investimenti che la struttura commerciale sta attualmente sostenendo (non ultima, la costruzione del nuovo polo logistico che si prevede di completare all’inizio del 2024). Ebit ed Ebitda dovrebbero quindi assestarsi rispettivamente intorno ai 3 e ai 5 milioni di euro. Al momento a trainare i conti è, oltre ai già citati prodotti di nuova generazione, anche il deposito fiscale che sta performando bene sia in termini di ricavi che in termini di marginalità economica, ma è con l’ingresso massivo nel business della GDO che il Gruppo guidato dalla famiglia Fabbrini punta a rinsaldare ancora di più la propria posizione sul mercato. Quella della Grande Distribuzione Organizzata, infatti, è ormai una scommessa consolidata. Tuttavia, se fino ad oggi era stata declinata principalmente su base locale, da gennaio l’espansione ha cominciato a prendere corpo anche a livello nazionale, grazie soprattutto a una serie di accordi strategici con alcune tra le principali realtà operanti nel settore dove è già possibile reperire gli articoli multiuso dei brand Ciao e Clipper pensati principalmente per l’utilizzo in ambiente “garden” e domestico. Commenta Marco Fabbrini, Amministratore delegato di Itagency.

 

«Siamo soddisfatti dei risultati raggiunti in questa prima parte dell’anno e miriamo ovviamente a consolidarli. Per farlo, stiamo ampliando ulteriormente il portagoglio prodotti stringendo partnership di valore con i maggiori player del settore. In parallelo spingiamo molto sulla GDO che è un business in ascesa. Gli “Utility Lighters” (accendigas) sono articoli estremamente richiesti, più di quanto ci aspettassimo quando abbiamo deciso di intraprendere questo percorso, tanto che stiamo già ricevendo ottimi feedback dai nostri partners relativamente al sell out, nonostante l’operazione in concreto sia partita solo da pochi mesi. E indubbiamente i marchi che distribuiamo, già piuttosto conosciuti e apprezzati, rappresentano una garanzia per l’utente finale. Abbiamo raggiunto quasi il 50% d tabaccherie in vendita diretta e, attraverso i grossisti, anche un buon numero di catene di ferramenta. Infine, il trend positivo ci ha consentito di riconfermare in toto il pacchetto welfare riservato ai nostri dipendenti, che ad oggi hanno raggiunto il numero di 130, affiancati da 150 agenti dislocati su tutto il territorio nazionale. Nuove misure e soprattutto nuove assunzioni sono in programma anche per l’anno a venire che sarà anche l’anno in cui inaugureremo il nostro nuovo polo logistico».

 


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 

 



Annunci Lavoro

Cerchi o offri lavoro? Accedi al servizio di quice.it. Seleziona tipologia e provincia per inserire o consultare le offerte proposte!


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×