03 aprile 2020

Vittorio Veneto

QUALE IL FUTURO DELL'AREA FENDERL?

Il Sindaco Scottà risponde al volantino della Consulta

| Claudia Borsoi | commenti | (2) |

| Claudia Borsoi | commenti | (2) |

QUALE IL FUTURO DELL'AREA FENDERL?

Vittorio Veneto - Da giorni circola per la città un volantino firmato dalla Consulta dell’Associazionismo Culturale Vittoriese e dall’Associazione Palafenderl dal titolo “Area Fenderl, oggi è per tutti…domani?”, nel quale si dice che il Sindaco vuole “revocare con atto unilaterale la convenzione che scade nel 2014”.

“E’ bene sapere allora che il Sindaco non vuole togliere proprio nulla alle Associazioni, che non sono solo quelle della Consulta, tipo i locali al piano terra essenziali per le manifestazioni all’aperto” scrive il sindaco Giancarlo Scottà (in foto) in una comunicazione a risposta della polemica in corso e continua “Non intendo infrangere sogni, e alla domanda: Domani? Rispondo che sarà come oggi. Credo di essere stato chiaro quando in più occasioni ho ribadito la necessità di una nuova convenzione per cambiare solo l’indirizzo di gestione dei tre piani del fabbricato dell’area Fenderl, dove il Comune – giusto per inciso – ha investito negli ultimi anni circa un milione di euro. Nell’ottica di continuità la gestione non sarà solo della Consulta, come avvenuto finora, ma anche della Cooperativa Fenderl e dell’associazione Volontariato Sinistra Piave: tutto di conseguenza continuerà esattamente come prima”. Il sindaco inoltre precisa come i locali dell’area Fenderl rimarranno sempre a disposizione per le varie manifestazioni e attività, come ad esempio il panevin, spettacoli teatrali, giornate celtiche, cineforum, concerti, ciclo cross, campi scout, feste di famiglia e associative, laboratori, convegni, corsi, ecc.

Un'assemblea pubblica è stata indetta dalla Consulta Culturale Vittoriese e da Palafenderl per mercoledì 15 aprile alle 20.30 presso la casa Fenderl.

C.B.

 



Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×