23/05/2022pioggia e schiarite

24/05/2022possibili temporali

25/05/2022pioggia debole e schiarite

23 maggio 2022

Cronaca

Papa: "Quante donne picchiate e abusate in casa, è quasi satanico"

Il grido di dolore del Pontefice nel corso dell'intervista esclusiva a ‘Speciale TG5’

|

|

Papa:

ITALIA - "E' tanto, tanto grande il numero di donne picchiate, abusate in casa, anche dal marito. Il problema è che per me è quasi satanico, perché è profittare della debolezza di qualcuno che non può difendersi, può soltanto fermare i colpi. E' umiliante, molto umiliante". E’ il grido di dolore del Papa, espresso nel corso dell'intervista esclusiva a ‘Speciale TG5’ alle 20.40 su Canale 5 realizzata da Fabio Marchese Ragona, nella quale Bergoglio si è fatto intervistare dagli ultimi.

 

Rispondendo a Giovanna, madre di quattro figli fuggita da una situazione di violenza, Bergoglio osserva: "E' umiliante quando un papà o una mamma dà uno schiaffo in faccia a un bambino, è molto umiliante e io lo dico sempre, mai dare uno schiaffo in faccia. Come mai? Perché la dignità è la faccia. Questa è la parola che io vorrei riprendere perché dietro c'è la tua domanda: rimane dignità in me? Qual è la mia dignità dopo tutto questo, qual è la dignità delle donne picchiate, abusate?".

 

Il Pontefice pensa all’immagine della Madonna "umiliata davanti al figlio nudo, crocifisso, malfattore agli occhi di tutti, quella è la mamma che lo ha allevato, totalmente umiliata. Ma lei non ha perso la dignità e guardare quest'immagine in momenti difficili come il tuo di umiliazione e dove si sente di perdere la dignità, guardando quell'immagine ci dà forza. Io percepisco in te la dignità, perché se tu non avessi dignità non saresti qui. Hai dignità, hai la faccia, la faccia sofferente di chi porta avanti la vita, la sua e dei figli. Sei in cammino, il pericolo è lasciarsi perdere, non c'è uscita, tu ancora sei in piedi come la Madonna davanti alla croce, non hai perso la dignità. Come si può andare avanti così? Guarda la Madonna, rimani con quell'immagine di coraggio".

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×