21/04/2024velature estese

22/04/2024pioggia

23/04/2024pioggia debole

21 aprile 2024

Treviso

"Le nostre api minacciate dalle specie aliene. Serve collaborazione di istituzioni e cittadini”

Oltre 300 apicoltori all'Odissea per la Festa dedicata

|

|

festa apicoltori

SPRESIANO - Apicoltori e apicoltrici in festa all’Odissea di Spresiano in occasione della tradizionale Festa dell’Apicoltore che ha riunito i protagonisti veneti del settore per un momento di condivisione di esperienze, formazione e apertura al territorio. In apertura la premiazione degli alunni della scuola primaria di Spresiano che hanno partecipato alle attività di sensibilizzazione ambientale e ricevuto in premio dei “Buoni acquisto di libri”, confezioni di ottimo miele del territorio, ricche borsette di dolci, biscotti, crackers e block-notes della Nuova Industria Biscotti Crich S.p.A. e giochi didattici.  

L’iniziativa è stata promossa da Apat-Apicoltori in Veneto che conta 1.400 allevatori con 28.500 alveari su tutto il territorio regionale, e patrocinata dal Comune di Spresiano. Tra i presenti l’onorevole Marina Marchetto Aliprandi della commissione Agricoltura della Camera dei deputati.  

“La Festa dell’Apicoltore vuole essere un momento per ritrovarci e fare il punto sui risultati raggiunti e sugli obiettivi da perseguire per far crescere il settore apistico condividendo le nostre istanze con le istituzioni del territorio, trovando la strada migliore per tenere insieme la salvaguardia ambientale e il tessuto produttivo - dichiara Stefano Dal Colle, presidente Apat-Veneto - come apicoltori consideriamo particolarmente urgente il problema della convivenza della nostra ape carnica con l’invasione delle specie aliene altamente distruttive, come la vespa velutina (calabrone asiatico) che sta colonizzando il nostro Paese”.  

La presenza della velutina è stata rilevata l’anno scorso in provincia di Venezia nella frazione di Mira, insieme alla vespa crabro (altro insetto alieno); in precedenza nella provincia di Rovigo e lungo il Po. Vista la loro elevata distruttività, dato che predano le api per cibarsene decimando gli alveari, l’attività di sorveglianza da parte degli apicoltori ma anche di tutti i cittadini è fondamentale. Dato che la vespa velutina predilige gli ambienti urbani, in caso di dubbio, è utile segnalare all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezia (IZSVe) nell’ambito del programma di contenimento Stop Velutina per info. e contatti www.stopvelutina.it oppure www.izsvenezie.it  

Intanto, prosegue l’iter per la richiesta del marchio Miele IGP del Piave. Il sindaco Marco Della Pietra che ha aperto i lavori facendo il punto: “Dopo un anno di lavoro siamo pronti a presentare la domanda per vedere riconosciuta questa eccellenza che caratterizza il nostro territorio, la sua storia e il lavoro di numerosi produttori, aziende e appassionati. Ringrazio l’assessore Giovannina De Lazzari e tutti coloro che stanno portando avanti questo ambizioso progetto”.


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 



Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×