03 dicembre 2020

Castelfranco

Colpito da un arresto cardiaco durante la messa in santuario, salvato da un medico. Ma per il parroco "è un miracolo"

L'uomo, che si è ristabilito, cerca chi l’ha aiutato per ringraziarlo

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Colpito da un arresto cardiaco durante la messa in santuario, salvato da un medico. Ma per il parroco

VEDELAGO – Un uomo, Grazioso Libralato, ha avuto un arresto cardiaco mentre si trovava nel Santuario della Madonna del Caravaggio a Fanzolo di Vedelago e grazie ai soccorsi tempestivi il peggio è stato scongiurato. Le molte coincidenza fortuite verificatesi quel giorno hanno ingenerato in molti la convinzione che sia stato miracolato e anche il parroco don Ivan Feltracco la pensa così, tant’è che ieri ha pubblicato un post sul suo profilo Facebook per raccontare la vicenda.

“Questo signore si chiama Grazioso Libralato e dice di essere miracolato. Per la verità lo penso anch'io – scrive il sacerdote -. Lo scorso 26 maggio stava partecipando alla messa delle 10.30 in Santuario di Caravaggio in mezzo ad una folla di oltre un migliaio di persone. Ad un certo punto si accascia a terra. Arresto cardiaco! Se fosse capitato in un altro luogo sarebbe risultato fatale. Qualcuno la chiama fortuna, altri destino... noi invece diciamo che la Divina Provvidenza ha voluto che questo episodio si verificasse in un luogo dov'erano presenti delle figure mediche professionali”.

“Le prime persone che hanno soccorso Grazioso sono state il dottor Marin di Fanzolo e una donna, certamente medico o infermiere. Grazioso non lo può ricordare ovviamente, ma quanti erano intorno a lui sono rimasti stupiti dalla professionalità e soprattutto dal grande calore umano con cui questa signora ha eseguito il massaggio cardiaco e le manovre di rianimazione, in attesa che gli operatori della Croce Bianca di Montebelluna, lì presenti, portassero il defibrillatore che ha 'rimesso in moto la macchina'. Ora Grazioso sta bene e stamattina è tornato in Santuario a ringraziare la Madonna. Ma ha anche un altro grande desiderio: conoscere e ringraziare questa persona che, assieme al dottor Marin, lo ha assistito così tempestivamente...”.

Il parroco don Ivan quindi conclude con una richiesta: “È vero, il bene non ha bisogno di farsi pubblicità! Però dare un nome e un volto a questo 'angelo' sarebbe per Grazioso una gioia grande. Non vi chiedo di condividere questo messaggio... semplicemente vi chiedo se mi potete aiutare in questa ricerca. Io e Grazioso vi ringraziamo! Che Dio vi benedica e la Madonna di Caravaggio vi custodisca!”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttore responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×