27 settembre 2021

Oderzo Motta

I militari della caserma di Motta donano il sangue

Il Multinational CIMIC Group ha avviato un programma di donazioni con l’AVIS locale

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

I militari della caserma di Motta doneranno il sangue

MOTTA DI LIVENZA – Al via dal 16 aprile la prima di una serie di donazioni di sangue previste dalla Multinational CIMIC Group, reparto ospitato alla caserma mottense Mario Fiore e che conta 400 effettivi: l’obiettivo è aumentare le riserve della banca del sangue in un periodo di calo causato dall’emergenza sanitaria.

Il progetto è stato coordinato con l’Associazione Volontari Italiani del Sangue di Motta di Livenza. Qui gli uomini e le donne del reggimento si sono recati per rispondere all’appello lanciato in ambito nazionale sul sensibile calo dei donatori in questo periodo di emergenza sanitaria.

Le donazioni di sangue in Veneto hanno subito un drastico calo con l’evolversi della pandemia. Il trend, che rispecchia quello più ampio sul territorio nazionale, nasce dal timore di contrarre il Coronavirus, come riportato dal Centro Nazionale Sangue che, in una nota, aggiunge come sia infondata tale paura e invita chi è in buona salute a recarsi presso i centri trasfusionali contattando prima il punto di raccolta per evitare assembramenti.

Il colonnello Luca Vitali, Comandante del Multinational CIMIC Group: «Gli operatori CIMIC hanno aderito all’iniziativa con molto entusiasmo e grande senso civico, spinti dalla voglia di contribuire ad aiutare, in modo tangibile, chi in questo momento ha più bisogno. L’iniziativa si inserisce tra le molteplici attività pianificate per fronteggiare l’emergenza COVID-19. Il reparto ha infatti messo a disposizione degli assetti logistici e operativi pronti a rispondere a qualsiasi esigenza».

L'adesione all'iniziativa si inserisce nell'ambito di una già consolidata collaborazione tra le comunità locali e il Multinational CIMIC Group per promuovere nel trevigiano l'importanza di stili di vita sani, della cultura e della solidarietà.

Il programma di donazione si spingerà temporalmente fino all’inizio dell’estate per dare la possibilità ai tanti volontari del reparto di compiere un atto semplice ma estremamente significativo e dall’alto valore morale: essere al fianco dei cittadini donando sangue.
 

 



Gianandrea Rorato

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×