09 maggio 2021

Benessere

Quali sono gli effetti della cannabis light sulla salute?

|

|

Quali sono gli effetti della cannabis light sulla salute?

In tutta Italia nel corso degli ultimi anni è cresciuto in modo sempre più significativo il numero di persone che sono entrate in contatto con il CBD. E mentre per i consumatori abituali si è evoluta la passione nei confronti della canapa, la comunità scientifica ha a sua volta messo in evidenza una considerevole apertura e molta disponibilità per cercare di capire quale possano essere le potenzialità dal punto di vista terapeutico del CBD, che non a caso attualmente viene impiegato per il trattamento di diversi disturbi e varie patologie. Ma che cos’è di preciso il CBD? Conosciuto anche con il nome di cannabidiolo, rappresenta la seconda sostanza, in termini quantitativi, presente nella cannabis. Non bisogna commettere lo sbaglio di pensare che si tratti di un componente che favorisca lo sballo, anzi: il CBD non è psicoattivo e, inoltre, ha il vantaggio di non favorire assuefazione.

Le potenzialità terapeutiche

È davvero molto ampia la gamma di applicazioni terapeutiche a cui può essere destinato il CBD, che non a caso viene annoverato tra i più importanti elementi di quella che viene definita cannabis terapeutica. Prima di scoprire di che cosa si tratta, però, conviene spendere due parole proprio sulla canapa – o cannabis, che dir si voglia. La cannabis è una pianta che fa parte della famiglia delle Cannabaceae che contiene, insieme a molte altre sostanze, anche i cannabinoidi, tra i quali il CBD e il THC.

Che cosa cambia tra il CBD e il THC

È proprio il THC l’elemento psicoattivo che innesca, in chi consuma la marijuana, una varietà eccezionale di sensazioni che possono spaziare dal rilassamento all’euforia. Questo elemento, una volta che è stato fatto entrare nell’organismo, si lega con i recettori Cb1, e per questo favorisce degli effetti euforizzanti. Non sono queste, però, le sole conseguenze che ne derivano. Il THC, infatti, può esercitare un’azione antispastica e analgesica, il che vuol dire che in determinate circostanze è in grado di attenuare il dolore. L’assunzione di questa sostanza è in grado di alterare la mente, ma soprattutto innesca un meccanismo di dipendenza. E non è ancora tutto, perché il THC stimola l’appetito favorendo la comparsa di quella che viene chiamata fame chimica; inoltre ha effetti antinfiammatori e ipotensivi. Decisamente diverso è il discorso per ciò che riguarda il CBD: anche in questo caso si parla di un cannabinoide, che però non è psicoattivo. Anzi, si può affermare che il CBD lavori in maniera esattamente opposta rispetto al THC. Una volta entrato nell’organismo, esso va a legarsi con i recettori Cb2, che sono presenti nel sistema nervoso centrale e nel sistema immunitario. Con la stimolazione dei Cb2, poi, si sviluppano delle azioni con un effetto immunomodulatore e antinfiammatorio.

Perché viene consigliato il CBD

È proprio questo il motivo per il quale oggi il CBD viene raccomandato per il trattamento dei vuoti di memoria, delle psicosi e dell’ansia; vi si ricorre, inoltre, per disturbi quali la schizofrenia e l’epilessia. In vendita si possono trovare numerose tipologie a base di CBD e olio di canapa, anche perché c’è più di una tecnica di estrazione tra cui scegliere. Basti pensare agli e-liquidi: in questo caso si assume il CBD sotto forma di liquido dentro una sigaretta elettronica. Se si sceglie un consumo di questo tipo, e dunque si inalano i vapori, vengono meno tutti i rischi correlati ai processi di combustione. In più in questo modo i cannabinoidi vengono assunti con efficacia, dato che gli effetti sono pressoché istantanei.

Come si assume il CBD

Un altro esempio di prodotto attraverso cui si può assumere il CBD è l’olio di CBD, che fa della versatilità il proprio punto di forza. Gli oli sono disponibili in diverse concentrazioni, più o meno forti; vale la pena di tener presente che gli effetti si percepiscono in maniera più veloce nel caso in cui si opti per un’assunzione per via sublinguale, cioè mettendo le gocce sotto la lingua (in questo caso, infatti, si iniziano ad avvertire i primi effetti già dopo cinque minuti). Volendo, si possono comprare le capsule gel, che sono molto comode e assicurano vari vantaggi: evitano gli sprechi, permettono di non dover fare i conti con un sapore cattivo e prevengono i dosaggi più elevati del necessario.

I prodotti a base di CBD sono legali?

Per chi se lo stesse domandando, i prodotti a base di CBD sono del tutto legali. Si parla, infatti, di prodotti che vengono ricavati da piante che rientrano tra le varietà di cannabis che risultano iscritte nel registro comunitario europeo, e che quindi possono circolare senza problemi. Da tali estratti si toglie il THC, proprio per cancellare qualsiasi effetto psicotropo, e le autorità di settore svolgono un monitoraggio costante.

I cosmetici e i cristalli di CBD

Nel novero dei prodotti di CBD meritano di essere citati anche i cosmetici e i cristalli. Le lozioni, i balsami e gli unguenti sono pensati e realizzati per essere applicati direttamente nelle parti del corpo che sono infiammate o che sono fonte di dolore, in modo da garantire un certo sollievo. I prodotti topici con il CBD sono raccomandati per coloro che hanno problemi di artrite o che comunque patiscono condizioni dolorose. I cristalli di CBD, invece, si caratterizzano per un livello di purezza superiore al 99% e si ottengono in seguito a diverse fasi di trasformazione e di raffinazione. Il CBD comincia a solidificarsi, e quindi a trasformarsi in cristallo, dopo aver superato una determinata soglia di purezza.

Consigli per gli acquisti: Purple Haze

Uno dei migliori esempi di cannabis light che si possano trovare sul mercato è Purple Haze, in vendita su The Weedzard, e-commerce di riferimento per gli appassionati del settore. Si tratta di un prodotto privo di semi dall’aroma dolce e tropicale. Resinosa e compatta, Purple Haze vanta un profumo straordinario ed è disponibile in molteplici versioni, con confezioni che vanno da 1 a 20 grammi. Il fiore della Purple Haze CBD è ricco di tricomi e ha dimensioni piuttosto grandi; essiccato a freddo in maniera naturale, non contiene ingredienti pericolosi per la salute umana. La pianta è coltivata senza concimi chimici e senza pesticidi.

 

Pubbliredazionale

 


| modificato il:

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×