22 ottobre 2021

Treviso

Attentato di Treviso, arrestato un 72enne di Occhiobello

Scoperti in casa un revolver detenuto illegalmente e dieci bombe artigianali

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

Attentato di Treviso, arrestato un 72enne di Occhiobello

TREVISO - In casa aveva nascosto 10 bombe fatte a mano più una pistola detenuta illegalmente.

L'arresto è avvenuto nel corso della mattinata a Occhiobello in provincia di Rovigo, nell'ambito delle indagini relative all'attentato avvenuto in via Zorzetto a Treviso, di fronte al supermercato Pam, avvenuto l'8 di novembre.

Il 13 novembre venne fermato un 56enne di Rocca Pietore, Enrico Sorarù, presunto autore materiale dell'attentato.

Militari del nucleo investigativo del comando provinciale dei Carabinieri, insieme ai colleghi della Compagnia del capoluogo e alla Squadra Mobile e alla Digos della Questura di Treviso, con l'ausilio della Cinofila dei Carabinieri di Torreglia, in provincia di Padova, hanno arrestato a Occhiobello un 72enne del posto, gravato da pregiudizi.

A suo carico reati come la detenzione di arma da sparo con munizioni, illegale fabbricazione e detenzione di ordigni esplosivi e ricettazione.

Nella circostanza, conclusa la perquisizione su ordine di esecuzione della procura della Repubblica di Treviso, le forze dell'ordine hanno rinvenuto un revolver calibro 6 con relativo munizionamento, privo di matricola e con 8 cartucce.

In più sono stati trovati dieci manufatti di fabbricazione artigianale costituiti da un tubo cilindrico e da polvere pirica muniti di nastro adesivo e stoppino.

Il materiale, nascosto abilmente nell'abitazione, è stato sequestrato. Per il 72enne si apriranno le porte del carcere di Treviso, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

 


| modificato il:

Gianandrea Rorato

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×