16 ottobre 2019

Nord-Est

Imprenditore si impicca, i dipendenti fanno ripartire l'azienda

commenti |

commenti |

PADOVA - A sette mesi di distanza da quel 13 febbraio, giorno in cui il titolare Giorgio Zanardi si suicidò a causa dei debiti accumulati, i lavoratori della Zanardi Editoriale hanno costituito una cooperativa e rilevato la loro azienda. La società padovana, che si occupa di stampa, legatoria, cartotecnica, editoria, è attualmente in concordato preventivo.

 

Sono stati i dipendenti, quindi, ad evitare il fallimento, approvando in assemblea l'acquisizione e la ripartenza della produzione. La cooperativa presenterà ora un'offerta di acquisto di beni materiali e di una parte del capannone e potrà così iniziare l'attività libera da ogni onere maturato sotto la precedente gestione. La parte dei 68 lavoratori che resterà in Cassa Integrazione straordinaria sarà riassorbita appena possibile.

 

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×