04/03/2015piovaschi e schiarite

05/03/2015quasi sereno

06/03/2015quasi sereno

04 marzo 2015

"Plasmano le menti, per controllare la storia"

Paolo Ferraro denuncia reati psichici. E protetti

VITTORIO VENETO - Plasmare le menti, manipolare l'opinione pubblica, avere il controllo sulla gente. Sulla storia. Non siamo nel 1984 di Orwell, ma nel 2013 di Paolo Ferraro. E, questo, non è un romanzo ma una denuncia. Il grido d'allarme di un magistrato che ha visto, registrato, riferito. E, per questo, è stato espulso dalla Magistratura.

 

Ferraro (in foto), ex Procuratore della Repubblica presso il tribunale di Roma, sarebbe stato escluso dal CSM con l'accusa di essersi inventato massonerie e sette sataniche. Ma Ferraro, convocato più volte davanti ai giudici, continua ugualmente la sua battaglia. Una lotta combattuta per portare alla luce fatti a cui avrebbe assistito nel quartiere romano dove vive. Paolo Ferraro domani, sabato, sarà a Vittorio Veneto. Alle 20.30, presso la Biblioteca Civica, il magistrato denuncerà apertamente i progetti di controllo mentale che - ne è sicuro - avvengono in Italia. Progetti che coinvolgerebbero, stando alle dichiarazione dell'ex magistrato, cariche militari, giuridiche, politiche. Nonché psichiatri.

"Difficile individuarli - scrive Ferraro - Coperti da corporazioni, lobby e governi, di destra e di sinistra, manipolano l'opinione pubblica e condizionano le menti di reclute, politici, malati psichici, giovani donne e bambini per avere il controllo sull'agenda mondiale e sulla storia".

 

L'incontro è una delle Conferenze del 13 che l'Associazione Saluxbellatrix organizza ogni mese.

 



Stefania De Bastiani

SEGUIMI SU:

 

Commenta questo articolo


Si è dimenticato gli alieni, io affermo che in cima ci sono loro...

ROTFL Ovviamente scherzo che di gente boccalona ce n'è molta in giro, la quotidianeità con la sua complessitià e i suoi problemi ormai ha stufato, tocca andare a cercare per forza paranoie incredibili, bah, sarà un modo per fuggire dalla realtà di cui si è stufi.

segnala commento inopportuno

Non vedo dove stia l'eccezionalità della denuncia. Da che uomo è uomo c'è sempre stata una oligarchia o addirittura un singolo che, per propri esclusivi vantaggi, son riusciti a manipolare la autonomia di giudizio delle menti più deboli; che sono in stragrande maggioranza. Nei tempi moderni il gioco è diventato ancor più facile grazie ai mass media, di cui nessuno di noi riesce a star senza. Pensate che già ora c'è chi propone la "democrazia" per via telematica.

segnala commento inopportuno

Ma non ha mai visto la gente che va ai comizi di Berlusca, o di Bossi anni fa (adesso un po meno, chè la Lega si sta sgretolando) forse che non sembrano invasati ?
Basta qualche frase ad effetto, e la gente perde il lume....

segnala commento inopportuno

Dello stesso argomento

I più Letti

del giorno
della settimana
del mese

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Ogni sei mesi i politici di turno annunciano un'imminente ripresa. Che sia la volta buona?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.864

Anno XXXIV n° 4 / 5 marzo 2015

GIADA COME HEIDI: LE SORRIDONO I MONTI

Come Heidi (che è il suo mito da sempre, e che è il suo nickname su Facebook), Giada ama la campagna. E soprattutto gli animali. A 20 anni (e un diploma di agrotecnico in tasca) fa quello che ha sempre desiderato: lavorare in una stalla.

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×

Attenzione! è necessario loggarsi al sito per completare la procedura



×