21/01/2018quasi sereno

22/01/2018quasi sereno

23/01/2018sereno

21 gennaio 2018

Treviso

Piantate più alberi e siepi nei giardini, il Comune rimborsa metà della spesa

La giunta ha varato il bando per incentivare il verde privato e contrastare l'inquinamento

Isabella Loschi | commenti | (2) |

TREVISO – “Treviso più verde e meno inquinata”. E’ l’obiettivo dell’amministrazione comunale per far crescere e dare nuova linfa al pollice verde dei suoi cittadini contribuendo allo stesso tempo a diminuire l’inquinamento dell’aria. Per questo oggi l’amministrazione ha aperto il bando per l’erogazione di contributi a favore dei residenti che contribuiranno ad ampliare la vegetazione trevigiana, piantando nuovi alberi o siepi nel proprio giardino privato. Il Comune coprirà metà della spesa, fino ad un massimo di mille euro ciascuno. La giunta ha stanziato in totale 40mila euro complessivi.

“Si tratta di un bando unico nel suo genere a livello nazionale – dichiara l’assessore all’Ambiente, Roberto Grigoletto - Vogliamo incentivare i cittadini che hanno la possibilità di piantare alberi o siepi contribuendo al 50% della spesa sostenuta. In questo modo chiediamo la collaborazione attiva dei cittadini per affrontare l’emergenza dello smog e combattere l’inquinamento”.

Per ricevere il contributo il cittadino, dopo aver piantato un nocciolo o un salice, o altri tipi di piante o siepi, specificatamente inserite nell’apposita lista (consultabile sul sito del comune), dovrà presentare relativa fattura dell’azienda vivaistica e modulo agli uffici comunali. Saranno valide le richieste presentate a partire da oggi, 7 ottobre fino alle 14 del prossimo 19 dicembre.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Dovrebbero incentivare quei costruttori che fanno case con giardino e non solo mostri di cemento con piastrellatura drenante esterna.
Incentivate chi demolisce a favore del giardino.
Incentivate chi acquista proprietà adiacenti per ampliare il proprio giardino.
Queste sono mosse più serie per creare più verde.

segnala commento inopportuno

L'idea è senz'altro buona purché la messa a dimora del verde sia fatta correttamente evitando problemi ai vicini, alla viabilità ed evitando inquinamento visivo occultando, in particolare con le siepi, la visibilità verso i parchi, le ville ecc.
Sarebbe buona regola rispettare: il codice della strada e il codice civile. In ogni caso è bene attenersi ad alcuni accorgimenti: 1) impiantare le siepi a non meno di un metro dai confini con privati e con aree pubbliche in modo da poter tagliarle da dentro la proprietà senza creare problemi ed evitare che la ramaglia sporga oltre la proprietà; mantenere le stesse sotto il metro e quaranta;
2) gli alberi, in generale, siano piantati ad una distanza,dal proprio confine, non inferiore ai metri di altezza massima di ogni specifica pianta adulta;
3) al verde sia fatta la costante manutenzione. E' impegnativo, ma solo cosi si favorisce la qualità della città. Buon lavoro.

segnala commento inopportuno

Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.927

Anno XXXVII n° 1 / 18 gennaio 2018

LUDOVICO GIRARDELLO

Il giovanissimo attore vittoriese - protagonista de “Il ragazzo invisibile. Seconda generazione” di Gabriele Salvatores - racconta qualcosa di sè. Della città in cui vive (definita da Mymovies “piccolo paesino in provincia di Treviso”). Delle sue passioni. Omettendo (vedi la classe?) nome e cognome della fidanzata

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×