23/11/2017coperto

24/11/2017nuvoloso

25/11/2017pioggia

23 novembre 2017

Mogliano

L'ENERGIA? ARRIVA DAL SOLE

Accordo con il Consorzio Cev per il primo impianto fotovoltaico di S. Biagio

| commenti |

| commenti |

SAN BIAGIO - L’amministrazione sanbiagese investe nel sole. Grazie al progetto avviato in stretta collaborazione con il Consorzio Cev, entro la fine dell’anno verrà installato sul tetto della scuola media di San Biagio di Callalta un impianto fotovoltaico per produrre 55 kilowatt di energia.

Una quantità, questa, in grado di coprire buona parte del fabbisogno energetico del plesso di via II Giugno. “Si tratta del primo impianto con pannelli fotovoltaici sugli edifici pubblici sanbiagesi” annuncia l’assessore all’Ambiente Roberto Pillon.

L’intervento alle medie sarà a totale carico del Consorzio Cev nell’ambito del progetto “1000 tetti fotovoltaici su 1000 scuole”.

Il Consorzio gestirà l’impianto per vent’anni, dopodiché il Comune avrà l’opzione per la sua eventuale acquisizione.

In un primo tempo l’energia prodotta dai pannelli sul tetto delle scuole medie doveva essere di 20 kilowatt.

Di recente la Cev ha ottenuto dagli organi competenti il permesso di innalzare la potenza dei propri impianti a 55 kilowatt.

E di recente la giunta Pinese ha dato il proprio parere favorevole al progetto di realizzazione di un grande parco fotovoltaico al Sud Italia. A San Biagio di Callalta arriveranno 20 kilowatt di energia. GR

 

Leggi altre notizie di Mogliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.924

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×