06/12/2021sereno

07/12/2021velature lievi

08/12/2021pioggia

06 dicembre 2021

Treviso

"La zona arancione in Veneto non basta. Serve il lockdown totale"

Arrivata ieri pomeriggio a Mattarella le lettera dei comitati delle sette province venete a difesa della sanità pubblica: "Signor Presidente, qui la pandemia è del tutto fuori controllo"

| Tommaso Colla |

| Tommaso Colla |

TREVISO - E’ giunta via pec ieri pomeriggio, al protocollo del palazzo del Quirinale, la lettera dei quattordici comitati che rappresentano le sette provincie venete a difesa della sanità pubblica. Chiedono al Presidente della Repubblica, come massima carica dello Stato, “di farsi portavoce dei cittadini veneti affinché le istituzioni nazionali, regionali e locali prendano provvedimenti immediati, coraggiosi ed efficaci per contenere la diffusione del contagio e fermare la strage in atto. Misure restrittive più forti e rigorose non sono più rinviabili; come nemmeno un piano organico di reclutamento di personale sanitario specializzato, sia per gli ospedali che per il territorio, non solo per far fronte all’emergenza in corso ma anche per riportare la sanità pubblica veneta ai livelli di qualità che in passato l’hanno contraddistinta”.

La zona arancione non basta. Da settimane il Covesap chiede alla Regione e al Governo il lockdown totale fino a dati certi, che mostrino evidenza di un calo della pandemia. “Le lettere, gli esposti, gli appelli, le manifestazioni e i video raccolti dai comitati provinciali a difesa della sanità pubblica documentano una situazione reale ben diversa da quella generalmente dipinta dai media”. Medici e infermieri provati e senza possibilità di turnarsi. Terapie intensive piene e con indici di mortalità che superano il cinquanta per cento. Molti reparti e ospedali sono stati convertiti in reparti o ospedali Covid con la conseguenza che la mancanza di assistenza per le malattie non-Covid, anche acute, sta diventando insostenibile. Strutture sanitarie e socio-sanitarie operanti nel territorio, fondamentali per ridurre i ricoveri dei pazienti Covid, ridotte negli anni e che ora, anche se rinforzate, sono del tutto insufficienti e inadeguate. “La situazione della pandemia in Veneto, infatti, è ormai fuori controllo” – è l’amara conclusione del Covesap. Che a questo punto spera in un intervento del Capo dello Stato.

 


| modificato il:

Tommaso Colla

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×