24/01/2022sereno

25/01/2022foschia

26/01/2022foschia

24 gennaio 2022

Treviso

Zero branco, tra spaventi e sorrisi: parte la “caccia al sasso” a tema Halloween

L’iniziativa “un sasso per un sorriso” arriva anche a Zero Branco, ma travestendosi per Halloween

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

Una

ZERO BRANCO – L’iniziativa che sta spopolando sul web “un sasso per un sorriso” è arrivata anche a Zero Branco, e lo ha fatto in un modo del tutto particolare e originale: travestendosi per Halloween.

A decorare i sassi e lasciarli in tutte le parti d’Italia sono davvero in tanti, a tal punto che il gruppo Facebook dedicato all’iniziativa, in cui vengono postate le foto dei sassi ritrovati, ha già superato i 100mila iscritti. Elisa, mamma zerotina, ha deciso di partecipare all’iniziativa e di dipingere i sassi per donare qualche sorriso ai concittadini, ma anche qualche spavento: l’originalità della sua idea sta nel fatto che le decorazioni realizzate sono tutte a tema Halloween.

“Ho pensato di creare un’alternativa al classico ‘dolcetto o scherzetto’ e nascondere i sassi in giro per la Città cosicché si crei una vera e propria ‘caccia al sasso’ – spiega Elisa – Sarà un’attività che svolgerò con i miei figli, i quali mi hanno aiutata a dipingere gli oltre 50 sassi che abbiamo preparato. Penso possa essere anche un bel modo di passare del tempo in famiglia, per divertirsi e vivere la festa di Halloween in maniera diversa”.

L’idea ha già attirato l’attenzione di molti concittadini: il post pubblicato da Elisa nel gruppo Facebook “Sei di Zero Branco se…” ha infatti ottenuto molti like e commenti da persone curiose di partecipare alla “caccia al sasso”. “Mi hanno scritto anche diverse mamme per dirmi che anche loro nasconderanno alcuni sassi in giro per Zero Branco. Sarebbe bello se, nel corso della giornata di domenica 31 ottobre, la nostra comunità partecipasse a questo gioco, per condividere un sorriso, di cui c’è tanto bisogno in questo periodo – conclude la mamma zerotina.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×