21 giugno 2021

Conegliano

"Zaia modello di governo da replicare anche a Conegliano"

La Lega ferma le fughe in avanti: "Il centrodestra può essere unito se tutti fanno un passo indietro"

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

lega conegliano

CONEGLIANO - La Lega di Conegliano ferma le fughe in avanti. Le novità emerse durante la tappa coneglianese del tour di Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Forza Italia, hanno fatto discutere. I forzisti hanno infatti messo sul piatto il nome di Fabio Chies, scelto come candidato sindaco per Forza Italia.

 

“Attualmente non c’è ancora nessun accordo politico su una candidatura a sindaco per le prossime elezioni”, fanno sapere però i leghisti. “Forza Italia è un alleato che rispettiamo, però devo chiarire che non è stato siglato nessun accordo riguardante la città di Conegliano, lavoriamo per un programma di governo condiviso con le altre forze di centrodestra”, chiosa Alberto Stefani, coordinatore regionale della Lega.

 

“Confermo che a Conegliano non è stato raggiunto nessun accordo – aggiunge il responsabile provinciale Gianangelo Bof -. Stiamo lavorando per trovare equilibri in tutta la provincia di Treviso. Conosco bene Fabio Chies, è una persona collaborativa. Auspico che si trovi la quadra anche su Conegliano. Ci stiamo sentendo e presto faremo un incontro Fratelli d’Italia e Forza Italia, lasciamo da parte i protagonismi o i personalismi e guardiamo al bene della città”.

 

Frena anche il commissario della sezione locale della Lega, Roberto Bet: “Il centrodestra può essere unito se tutti fanno un passo indietro”, dichiara. “Il modello delle civiche è ormai superato dalla forza aggregante della Lega, che vede in Zaia il modello di Governo da replicare anche a Conegliano”, aggiunge Bet.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×