01/02/2023parz nuvoloso

02/02/2023poco nuvoloso

03/02/2023poco nuvoloso

01 febbraio 2023

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto, ordinanza di sospensione dei lavori in corso in via Val de Caldaz

Via Val de Caldaz torna sotto i riflettori

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

val de caldaz vittorio veneto

VITTORIO VENETO - Via Val de Caldaz torna sotto i riflettori. Il comune ha infatti pubblicato un’ordinanza “di sospensione dei lavori in corso”. “In data 7 aprile 2022 è stata inviata (alla persona interessata, ndr) comunicazione di avvio di procedimento relativamente a lavori di movimento terra, sistemazione agraria, alterazione strutturale dei caratteri geomorfologici del territorio, eliminazione di aree boscate, realizzazione di viabilità interpodale, demolizione di edifici rurali in assenza di titolo abilitativo – si legge nell’ordinanza pubblicata ieri dal comune -. Il procedimento è tuttora in corso; in data 13 maggio 2022 a seguito di sopralluogo effettuato su richiesta della Regione Carabinieri Forestale “Veneto” – Stazione di Vittorio Veneto, è stato riscontrato che su parte dell’area sopra richiamata […] sono ripresi lavori di sistemazione fondiaria e movimentazione terreno con mezzo meccanico che non risultano legittimati da adeguato titolo abilitativo; l’area sulla quale, alla data suindicata, erano in corso i suddetti lavori è soggetta a vincolo idrogeologico”.

 

“Ritenuto che per i lavori in corso di esecuzione sia necessario adeguato titolo abilitativo e, nello specifico, trattandosi di alterazione permanente dello stato dei luoghi, di permesso di costruire”, e “accertato che tali lavori sono privi di titolo abilitativo e che quindi […] è necessario ed urgente procedere con l’ordine di immediata sospensione dei lavori”, il documento ordina “di sospendere immediatamente i lavori in corso di esecuzione in via Val de Caldaz a Vittorio Veneto relativi a sistemazione fondiaria e movimentazione terreno con mezzo meccanico su tutta l’area oggetto del procedimento amministrativo. […] Il dirigente si riserva di emettere provvedimenti definitivi entro 45 giorni dalla notifica della presente ordinanza”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×