24/07/2024nubi sparse

25/07/2024pioviggine e schiarite

26/07/2024poco nuvoloso

24 luglio 2024

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto, nuova palestra per Beltrame e Flaminio: ospiterà gare nazionali Coni

La Provincia di Treviso ha posato oggi la “prima pietra”, insieme al Comune di Vittorio Veneto

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Vittorio Veneto, nuova palestra per Beltrame e Flaminio: ospiterà gare nazionali Coni

VITTORIO VENETO - Una palestra scolastica nuova e all’avanguardia a disposizione dell’Ipssar Beltrame, del Liceo Flaminio di Vittorio Veneto ma anche delle associazioni sportive, grazie alla certificazione Coni per ospitare gare nazionali: la Provincia di Treviso ha posato oggi la “prima pietra”, insieme al Comune di Vittorio Veneto, di un’opera attesa da tempo che permetterà alla comunità vittoriese e non solo di fruire di spazi adeguati ed efficienti dal punto di vista energetico.

 

La palestra, dal valore complessivo di 4.123.475 euro, è finanziata per 2.600.000 euro dai fondi PNRR ottenuti dalla Provincia, nell'ambito del piano “Next Generation EU”, 550.000 euro dal Comune di Vittorio Veneto, 972.190 euro dal Fondo Opere Indifferibili e i restanti dalla Provincia di Treviso. A rappresentare simbolicamente l’avvio dei lavori, la posa della prima pietra a cura delle Autorità presenti e degli studenti delle due scuole superiori: i rappresentanti degli studenti Giacomo De Marchi e Sara Elkahlout, del Liceo Flaminio, insieme ad Andrea Saulle e Santiago Schifano, dell’Ipssar Beltrame, hanno letto dei messaggi di buon auspicio inserendoli successivamente in alcuni mattoni che saranno incorporati nella nuova palestra.

 

Nel dettaglio, la nuova palestra sarà dotata di un campo da gioco adatto per pallacanestro e pallavolo e sarà così strutturata: una hall di ingresso, una tribuna da 196 posti spettatori, 4 spogliatoi per atleti con relativi servizi igienici, 2 spogliatoi per insegnanti e arbitri, sempre dotati di servizi igienici dedicati, bagni a disposizione degli spettatori, un magazzino per depositare le attrezzature, due locali tecnici, destinati alla centrale termica e agli impianti elettrici, uno spazio di primo soccorso e un locale “Uta”, ovvero dedicato alle macchine per il trattamento dell’aria. Il solaio sarò dotato di una tecnologia a tetto verde, che oltre a garantire un maggior isolamento acustico e termico apporta benefici in termini di riduzione dell’impatto ambientale. L’opera, come tutte le nuove costruzioni di edilizia scolastica superiore realizzate dalla Provincia, sarà di tipo NZEB, Near Zero Emission Building, ovvero ottimizzato per rispettare i criteri ambientali e a emissioni zero, completamente eco-sostenibile.

 



 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×