02 giugno 2020

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto, all'ex Carnielli il supermercato nascerà in un nuovo edificio. L'ex fabbrica sarà mantenuta

Quanto ai tempi della bonifica da cromo esavalente e da eternit, ancora è difficile dettarli

| Claudia Borsoi | commenti |

| Claudia Borsoi | commenti |

Vittorio Veneto, all'ex Carnielli il supermercato nascerà in un nuovo edificio. L'ex fabbrica sarà mantenuta

VITTORIO VENETO – L’immobile dell’ex fabbrica di biciclette, edificio di archeologia industriale a ridosso del Meschio, verrà mantenuto. Il supermercato occuperà invece un nuovo edificio, che sarà realizzato sul retro dei condomini che si affacciano su via Dante e sarà dotato di un parcheggio leggermente interrato. Al centro dell’area ex Carnielli, spostata verso il Meschio, sorgerà una piazza. E le sponde del fiume e la piccola isola verranno valorizzate, affinché possano essere usufruite dalla gente e diventino un luogo di incontro e di condivisione per i cittadini. Ma prima, dovrà partire la bonifica da cromo esavalente e da eternit presenti nell'area, nel terreno e nelle coperture di alcune strutture.

 

Si appresta a cambiare volto il sito di via Dante. Stamane, giovedì, in municipio Alì, la società padovana dalla scorsa estate proprietaria dell’area ex Carnielli, ha illustrato all’amministrazione Miatto e ai tecnici comunali i progetti per l’area.

 

Il progetto è stato realizzato da due giovani architetti, Massimo Rigo e Brando Posocco, che hanno unito le idea di Alì per quest'area alla loro conoscenza di luoghi, maturata anche in occasione di esperienze internazionali. Ne emerge - dicono - "una soluzione architetttonica innovativa e sostenibile che potrà dare nuovo valore alla storia e alle bellezze di Vittorio Veneto"

 

«Un incontro fruttuoso – commenta il sindaco Antonio Miatto -. Di massima la progettazione presentataci pare vada bene. I nostri uffici si sono comunque riservati di fare ulteriori verifiche. L’impianto ci sembra filosoficamente buono. Ora verificheremo e approfondiremo gli aspetti di compatibilità urbanistica. E una volta confermati, Alì procederà con la progettazione vera e propria. La società ha rispettato i tempi per la consegna del progetto».

 

Altro capitolo è la bonifica. «Il piano è pronto e per non perdere tempo – prosegue il sindaco – la presentazione avverrà, tra una settimana circa, direttamente in provincia, ente competente, senza farla prima in comune e poi trasferire il tutto a Treviso, così poi da poter far subito valutare alla provincia il piano presentato. Con l’ok ci sarà il risanamento».

 

Tecniche e modalità della bonifica saranno dettagliate nell’incontro in provincia. Quanto ai tempi della bonifica da cromo esavalente e da eternit, ancora è difficile dettarli. «Tempistiche ancora non ce ne sono – conferma Miatto -, ma ad Alì preme fare velocemente».

 

«Martedì abbiamo presentato il progetto per l’ex Carnielli: crediamo possa essere allo stesso tempo innovativo ed anche connotato da un forte rispetto per la storia dell’area ed il paesaggio naturalistico circostante - afferma Gianni Canella, vicepresidente di Alì -; la nostra volontà è quella di realizzare un’opera di qualità per la città di Vittorio Veneto. Siamo riusciti, nonostante le tempistiche ristrette, a presentare un progetto all’altezza delle attese. Nei prossimi giorni incontreremo gli altri soggetti coinvolti per illustrare l’intervento nel dettaglio. Per quanto riguarda l’importante tema della bonifica dell’area, abbiamo ritenuto necessario ripartire da nuove mappature della zona ed abbiamo effettuato nuove analisi al fine di intervenire con le più moderne e sicure tecnologie oggi a nostra disposizione dopo averle condivise con gli enti preposti».

 



Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×