07 aprile 2020

Conegliano

"La vita non è fatta solo di spritz": lanciata la petizione online per far rinascere la cultura a Conegliano

E' possibile sottoscrivere l'appello su Change.org

| Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin | commenti |

CONEGLIANO CULTURA

CONEGLIANO - “Conegliano è caduta in letargo”: si apre così la petizione lanciata da Federico Mascarin su Change.org, per rilanciare la cultura nella Città del Cima.

 

Ed è proprio sullo storico artista coneglianese che si concentra uno dei punti dolenti della programmazione culturale coneglianese: “La nostra bella città è conosciuta in tutto il mondo ancor più che per il Prosecco, per aver dato i natali a Giambattista Cima, pittore rinascimentale di fama internazionale, le cui tele sono conservate, studiate e ammirate in grandissimi musei come il Louvre e la National Gallery. Ciò nonostante, la città di Conegliano non è stata neppure in grado di organizzare degli eventi all’altezza di un concittadino così famoso per commemorare il 500° anniversario della sua morte, che ricorreva nel 2018. La Cultura sta gradualmente sparendo dalla città”, scrive Mascarin.

 

Poi l’elenco continua: “Non abbiamo una biblioteca degna di questo nome, che funga anche da centro civico e da promotore della vita culturale; il teatro cittadino rischia ogni anno di essere chiuso; non esiste un polo museale e l’unico museo della città, quello del castello, avrebbe bisogno di essere rinnovato e reso più attraente; il nostro archivio storico, tra i più ricchi del Veneto, sta ammuffendo in una soffitta”.

 

Sul sito su cui è stata pubblicata la petizione, è possibile votare online: in 3 giorni l’appello ha avuto raccolto 400 sottoscrizioni. Mascarin ha fatto anche delle specifiche richieste all’amministrazione guidata dal sindaco Fabio Chies, tra cui quella di “aggiornare il sito web comunale, per offrire spazi gratuiti in cui le associazioni possano pubblicare le locandine dei propri eventi”, o quelle di “agevolare le associazioni nelle prenotazione delle sale comunali”, di “revisionare la modalità di tassazione sull’affissione delle locandine”, di “trovare un nuovo spazio comunale per accogliere al meglio le iniziative culturali proposte, andando a sostituire la sala ex Informagiovani”.

 

E qualcuno sotto la petizione ha commentato: “La vita non è fatta solo di spritz”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×