18 giugno 2021

Treviso

Violenze all’ex caserma, la Polizia arresta quattro richiedenti asilo 

Durante i fatti alcuni ospiti lanciarono grossi sassi ed oggetti contundenti, tra i quali anche una bicicletta, verso le forze dell'ordine

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

polizia all'ex caserma

CASIER - Violenze al centro di accoglienza, la polizia ha arrestato quattro ospiti dell’ex Caserma Serena:  uno di questi era già in carcere. 

Questa mattina la Digos, coadiuvata dalla Squadra mobile e con l'appoggio di reparti di rinforzo, ha arrestato quattro ospiti dell'ex caserma Serena a causa delle violente proteste avvenute tra l'11 e il 12 giugno.

Accogliendo le tesi formulate dalla Digos e condivise dal PM Anna Andreatta, il giudice per le indagini preliminari Gianluigi Zulian ha disposto l'arresto per quattro giovani tra i 35 e i 23 anni. 

Per loro l'accusa è sequestro di persona, devastazione e saccheggio in concorso. Sarebbero dunque loro i principali autori delle violenze avvenute all'interno del centro di accoglienza. La mattina dell'11 giugno scorso, mentre il personale medico dell'azienda sanitaria trevigiana si trovava all'interno dell'ex Caserma per comunicare ai referenti della società gestrice gli esiti dei tamponi eseguiti nella giornata precedente, si era diffusa tra i richiedenti asilo la notizia della positività di un ospite presente in struttura e dell’obbligo di quarantena disposta per tutti.

Questa circostanza ha provocato un’accesa e violenta protesta da parte di numerosi richiedenti asilo, tale da indurre il personale sanitario ed alcuni dipendenti della Nova Facility, a rifugiarsi all'interno di una stanza.

Alcuni richiedenti asilo hanno impedito loro con violenza e minaccie di uscire. Necessario l'intervento degli agenti presenti all'esterno della struttura per consentire l'uscita dell'ex caserma delle persone asserragliate.

Durante l'intervento del reparto, alcuni ospiti si sono resi responsabili del lancio di grossi sassi ed oggetti contundenti, tra i quali anche una bicicletta, verso le forze dell'ordine. Poi una volta concluso l'intervento, alcuni richiedenti asilo, tra i quali gli arrestati, hanno compiuto atti di devastazione e saccheggio ai danni di alcuni locali dell'edificio, danneggiando pesantemente arredi e materiale informatico. Hanno Inoltre rotto il vetro di un distributore di generi alimentari prelevandone il contenuto.

Dei quattro arrestati, due sono stati rintracciati dentro il centro di accoglienza; uno all'esterno in quanto allontanatosi volontariamente dalla struttura dopo i fatti. Mentre al quarto la misura è stata notificato direttamente in carcere dove si trovava dal primo di agosto, dopo essere stato arrestato in flagranza di reato per resistenza a pubblico ufficiale in relazione a fatti identici avvenuti sempre all'ex caserma.

È in corso un ulteriore attività investigativa per verificare se gli arrestati si sono resi responsabili anche degli episodi di violenza accaduti di recente sempre a Casier. Tutti e quattro sono a Santa Bona.

 



Gianandrea Rorato

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×