17 giugno 2021

Cronaca

Violenza sessuale: arrestato straniero dalla Polizia di Padova

Cercava ragazze vulnerabili in Cina, attraverso le chat, con la promessa di un lavoro

|

|

violenza sessuale

PADOVA - Sequestro di persona, violenza sessuale, maltrattamenti e lesioni personali: sono le accuse che la Procura muove a un cittadino cinese di 39 anni, arrestato su ordine di custodia cautelare emesso dal gip di Padova Domenica Gambardella, dopo la denuncia di una donna trovata accasciata a terra e dolorante, il 21 gennaio dalla Polizia nell'androne di un palazzo in via Tommaseo, in zona stazione.

Stando in parte alle dichiarazioni della donna e in parte alle testimonianze dei residenti del palazzo è emerso un quadro di pesanti violenze e prigionia messi in atto dal 39enne. La vittima infatti era arrivata a Padova dalla Cina il 15 novembre scorso dietro la promessa del connazionale di trovarle un posto di lavoro sicuro in un'azienda tessile.

Giunta nel palazzo di via Tommaseo la realtà si è presentata con tutt'altro volto: alla donna è stato tolto il cellulare, le è stato impedito di muoversi ed è stata sottoposta a brutali violenze sessuali certificate anche dai medici dell'ospedale che l'hanno curata dopo il ritrovamento della polizia.

Le indagini della Squadra Mobile hanno appurato come l'uomo cercava ripetutamente nella sua terra d'origine donne fragili e bisognose inserendo nelle chat cinesi offerte di lavoro per trovare le proprie prede.

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×