25 settembre 2021

Nord-Est

Violenza contro la capotreno, 36enne denunciato

Riuscì a divincolarsi e a raggiungere la carrozza dove erano presenti numerosi viaggiatori, mentre l’aggressore si era dato alla fuga

|

|

la stazione di Mestre

VENEZIA - Un cittadino nigeriano di 36 anni è stato denunciato dalla Polfer di Mestre per violenza o minaccia a Pubblico Ufficiale e violenza sessuale. L’uomo è considerato l’autore, qualche mese fa, delle molestie sessuali ai danni della capotreno di un convoglio regionale, oggi individuato dopo le indagini.
Nel febbraio scorso, una capotreno di Trenitalia fu oggetto di molestie sessuali da parte di un uomo, a bordo di un convoglio regionale veloce in viaggio verso Venezia. All’altezza di San Donà di Piave, la donna fu bloccata dal soggetto tra le porte intercomunicanti e pesantemente palpeggiata.
Con difficoltà, riuscì a divincolarsi e a raggiungere la carrozza dove erano presenti numerosi viaggiatori, mentre l’aggressore si era dato alla fuga.

La Polfer di Trieste ha poi ricostruito l’accaduto raccogliendo la testimonianza della vittima e le riprese video dei circuiti di videosorveglianza presenti nelle diverse stazioni sulla tratta percorsa dal convoglio, riuscendo così a identificare il 36enne che già aveva utilizzato quel treno senza biglietto.
La foto dello straniero, ricavata dai filmati delle telecamere, era stata diramata ai diversi uffici di Polizia, consentendo ai poliziotti di rintracciarlo e fermarlo a Mestre.

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×