18/01/2022poco nuvoloso

19/01/2022parz nuvoloso

20/01/2022parz nuvoloso

18 gennaio 2022

Castelfranco

Violata anche la Madonnina del Grappa

Vandali ancora in azione nelle ultime ore. "Gesto inqualificabile, avvenuto in un momento in cui tutti dovrebbero stare a casa per l'emergenza sanitaria", sottolinea il sindaco di Pieve del Grappa

| Maria Elena Tonin |

immagine dell'autore

| Maria Elena Tonin |

Madonnina del Grappa

PIEVE DEL GRAPPA. E' passata neanche una settimana dall'episodio dei giovani con lo snowboard al sacello di Cima Grappa, che i nostri lettori ci inviano una foto che, anche questa volta, si commenta da sola.
 

Non hanno fatto in tempo a calmarsi le acque, dunque, dopo l'episodio di sabato che un nuovo sfregio viene perpretrato in un luogo sacro alla Memoria. Un "visitatore" lascia il mozziccone di una sigaretta tra le dità del Gesù Bambino.

La foto riapre, immancabilmente, il dibattito, anche social e raccoglie la stessa ondata di sdegno che era toccata alla foto di sabato scorso. Non ultime, infine, le considerazioni che vengono fatte sulla ravvicinanza dei due gesti: pur non essendo nuovo il Grappa ad atti di inciviltà, è "insolito" un così breve lasso di tempo tra i due episodi, in un periodo di lockdown. 

 

Questa volta tocca alla Madonnina de Grappa. Sull'ultimo ripiano, a cui si accede dal quarto girone a mezzo delle gradinate che fiancheggiano la tomba del Maresciallo Giardino, nella cappella, elevata a Santuario, è custodita la statua delle Madonnina del Grappa benedetta nel 1901 dal Cardinale Sarto, non ancora Papa Pio X: simbolo di fede e di speranza, riferimento per la popolazione, oggi come allora, a partire da quella notte in cui migliaia di valligiani illuminarono il Grappa con le loro fiaccole. 

"Un gesto blasfemo, forse più degli snowbord. Mi chiedo come si diverano alcune persone e se pensano di essere simpatici" è il commento a caldo di chi ci ha invato la foto, non sua, scattata nella mattina di oggi. 

Molto duro il commento del sindaco di Pieve del Grappa Annalisa Rampin: "Non commento il gesto, esecrabile, che parla da solo" sottolinea Rampin "mi chiedo però cosa ci faceva qui, a 1800 metri, anche chi ha scattato la foto. Essere qui,  non è certo fare la passeggiata per scranchirsi le gambe: è usare il Grappa per farsi la propria gita, come se fosse una qualsiasi domenica e fare strada per venire in un luogo in cui è vietato accedere, in un momento in cui tutti dovremmo stare a casa. Il rispetto dei luogi sacri passa anche attraverso il rispetto delle regole condivise. La zona è chiaramente vietata a chiunque, con tanto di cartelli, che ne vietano l'accesso in base a leggi firmate dal Presidente della Repubblica e il MInistero della difesa."

Il discorso del sindaco è come un fiume in piena, in cui probabilmente pesa la situazione sanitaria della Pedemontana, che registra contagi e ricoveri superiori alla media nazionale e na preoccupazione condivisa da più sindaci. "Le regole sono regole e si rispettano perchè sono regole" continua il sindaco "non perchè ci sono i militari: a questo punto, dovremmo mettere un militare per gradone o un vigile ad ogni incrocio: non è possibile. Chiedo davvero alle persone che sono venute qui oggi, così come domenica scorsa, sia a chi ha compiuto "l'impresa" sia a chi ha fatto le foto, di farsi un'esame di coscienza."

Il Sacrario comprende un'area di cira 11 ettari, che continua ad essere presidiata dai militari e da Onor Caduti. "Non ci sto" sottolinea con amarezza Rampin " a stare dalla parte di chi viola chiaramente le regole e infanga il lavoro di chi sorveglia il Grappa: getta sassi, per poi ritirare la mano, contro chi fa il suo dovere. Il Grappa è di coloro che lo amano e lo rispettano.

Non approvo neppure chi poi cavalca l'onda" prosegue il sindaco, ricordando un 25 aprile piuttosto freddo e desolato, in cui ha deposto la corana ai Caduti da sola "Chi era qui stamattina non credo fosse un mililtare, nè il parroco, che sta facendo il lock down come tutti in paese, nè credo" sottolinea ironicamente Rampin "il sindaco. Vorrei fosse chiaro, che chiunque sia stato qui oggi, non è stato certo un cittadino esemplare.

https://www.oggitreviso.it/cima-grappa-violata-dagli-snowboard-244107

 

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Maria Elena Tonin

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×