15 gennaio 2021

Treviso

Villorba guarda al futuro post-pandemia: "Confermati interventi a favore delle famiglie, scuola e cultura"

Approvato il bilancio di previsione, nel 2021 maggiori entrate

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

comune di Villorba

VILLORBA - Il comune di Villorba ha approvato Il bilancio del prossimo triennio che prevede un totale complessivo dell'entrata e della spesa di 27.9 milioni di euro per il 2021, di 21milioni per il 2022 e di 22,9 milioni per il 2023.

Quasi a sorpresa il 2021 prevede maggiori entrate che il sindaco Marco Serena spiega così: “Innanzitutto è stato previsto il recupero della “una tantum” del fondo di solidarietà comunale, pari a 1.138.000 euro, in virtù del contenzioso promosso e vinto dal Comune. Poi, per le entrate in conto capitale sono previsti 3.079.703 euro di contributi destinati ad interventi di messa in sicurezza degli edifici comunali, scolastici, palestre, strade, 3.686.654 euro per opere a scomputo o in perequazione, e, infine, 1.317.852 euro per trasferimento di opere in perequazione urbanistica”. “La pandemia da Covid 19, in ogni caso - ha sottolineato il primo cittadino - ha avuto ed avrà riflessi sull’andamento finanziario delle entrate locali e di tale fatto se ne è tenuto conto anche nelle previsioni 2021, pur ipotizzando un progressivo ritorno alla normalità”.

Per questo motivo le previsioni di entrata 2021/2023 prendono in considerazione gli aspetti negativi generati dalla pandemia. Nella stesura del bilancio sono comunque stati presi in considerazione sia il fondo di solidarietà comunale, sia i trasferimenti correnti, i trasferimenti erariali, i contributi regionali e da privati sulla base delle disposizioni vigenti. “Da sottolineare infine che nel 2021 non sono al momento previsti ristori, a fronte di minori entrate conseguenti alla pandemia da Covid 19”.

Nonostante l'incidenza della “spesa rigida” rispetto alle risorse disponibili e le difficoltà legate all’attuale emergenza sanitaria, il Comune ha confermato gli interventi di promozione della cultura e della biblioteca, a sostegno della famiglia, a sostegno delle scuole del territorio con contributi per il piano dell'offerta formativa, i progetti di prevenzione del disagio giovanile, a sostegno del settore sportivo, anche attraverso la realizzazione di nuovi impianti.

“Continuano ad essere sostenute anche le politiche a favore delle famiglie con minori grazie a molteplici iniziative che prevedono contributi (150mila euro) per la frequenza degli asili nido e delle scuole dell'infanzia e altri interventi a favore delle famiglie per 16.000 euro, che salgono a 108.000 euro per le politiche a favore della terza età e alla domiciliarità e a 197.940 euro a favore di soggetti a rischio di esclusione sociale”. “

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×