20 settembre 2021

Treviso

Villa Margherita riapre: "Sarà un parco inclusivo con attività per i disabili"

Nuova casa dell'inclusione a Treviso

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

mario Conte

TREVISO - “Villa Margherita ripare i cancelli e diventa un parco inclusivo, un’oasi per accessibilità e attività dedicate alle persone con disabilità”. Così domenica mattina il sindaco Mario Conte alla presentazione del progetto che vede Villa Manfrin, la dimora che ospitava l’ex comando dei carabinieri e da allora vuota, diventare il centro delle attività estive per disabili, punto di ferimento regionale.

Il progetto del parcoinclusivo è promosso dall’associazione “Veneti schiacciati dalla crisi”, in collaborazione con la Federazione Italiana Sport Equestri, il Coni, l’Ulss2, l’Israa, Gioiosa et Amorosa Treviso Dipinta e Special Olympics. “Ci saranno attività rivolte alle persone fragili, dalla ginnastica dolce ai laboratori fino alla pet therapy”, spiegano i promotori.

“L’obiettivo dell’amministrazione, e per questo ringrazio l'assessore al Bilancio Cristian Schiavon e il settore Patrimonio per il grande impegno, è quello di tenere aperti i cancelli di villa Margherita collaborando con l'azienda sanitaria e con tutte le realtà territoriali che si occupano di disabilità, pet terapy e iniziative sociali affinché questo spazio cittadino diventi un polo di riferimento su scala regionale e nazionale per inclusività e percorsi formativi", sottolinea il primo cittadino.

"La cultura, la sensibilità e la condivisione passano attraverso le persone. Per questo villa Margherita diventerà un polo che mette al centro l'individuo, le sue emozioni e le sue aspirazioni”. Il parco attorno alla villa sarà accessibile anche a tutti i trevigiani.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×