01/03/2024pioggia debole

02/03/2024pioviggine e schiarite

03/03/2024pioggia debole e schiarite

01 marzo 2024

Sport

Altri Sport

Vidor, oltre 3100 podisti al Conegliano Valdobbiadene Prosecco Running Festival

Oggi nell’Abbazia Benedettina di Vidor la presentazione ufficiale dell’evento del 3 dicembre

|

|

Vidor,  oltre 3100 podisti al Conegliano Valdobbiadene Prosecco Running Festival

VIDOR - Più di 3.100 iscritti con oltre 450 stranieri, 41 nazioni rappresentate e una massiccia presenza femminile che, nella media dei tre percorsi, si aggira attorno al 41%. Una cinquantina le cantine e aziende agricole attraversate in quattro comuni (Vidor, Moriago della Battaglia, Farra di Soligo e Valdobbiadene), vigneti, angoli naturalistici e architettonici di pregio per il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Running Festival. La manifestazione organizzata da Asd Tri Veneto Run domenica 3 dicembre con partenza e arrivo a Vidor proporrà la 13esima Conegliano Valdobbiadene Prosecco Run di 21 km, l’ottava Conegliano Valdobbiadene Bollicina di 10 km e la prima Conegliano Valdobbiadene Prosecco Marathon di 42 km. Un evento che non punta al cronometro e al puro agonismo, ma che vuole offrire l’occasione ai partecipanti di gustarsi a tutto tondo, anche negli aspetti enogastronomici, le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene patrimonio UNESCO.

Oltre alla possibilità eccezionale di correre tra i vigneti, dentro le cantine, tra i fusti e le botti e anche tra i tavoli degli agriturismi, i partecipanti potranno gustarti i ristori ufficiali (oltre a partenza e arrivo, 6 nei 42 km, 4 nella 21 km e 2 nella 21 km) con prodotti tipici della tradizione veneta (polenta, muset, salami e soppresse, formaggi freschi e stagionati) proposti dall’organizzazione, oltre agli assaggi di Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg offerto dalle cantine.
Oggi, lunedì 27 novembre, all’Abbazia Benedettina di San Bona a Vidor la presentazione a meno di una settimana dall’evento, alla presenza di Mario Bailo, sindaco di Vidor, Luciano Fregonese, sindaco di Valdobbiadene, Mattia Perencin, sindaco di Farra di Soligo e consigliere dell’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, Elivia Bortolomiol, presidente del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG e Nicola Zanetti, dirigente di Asd Tri Veneto Run. Presenti, tra gli altri, anche Mauro Fael, consigliere della Provincia di Treviso, Claudia Ceron, presidente Us Acli Treviso e Mario Sanson, delegato Coni Treviso.
 
PERCORSO
Il percorso prevede la partenza a Vidor dalla cantina La Tordera. I partecipanti si dirigeranno poi verso Mosnigo, in comune di Moriago della Battaglia e potranno ammirare i Palù, zona paludosa bonificata nel XIV° secolo dai monaci benedettini (si tratta di un ecosistema di prati delimitati da siepi e canali ad elevatissima biodiversità). Verrà poi toccato il comune di Farra di Soligo, con la frazione di Col San Martino e la sede della Pro Loco di San Martino, che ospita la più antica Mostra del Vino. I runner potranno inoltre ammirare le chiese di San Martino e di San Vigilio dominate dalle Torri di Credazzo. Sarà poi la volta del comune di Valdobbiadene, con il passaggio a Guia, con la chiesa di San Giacomo Apostolo (eretta nel 1674), e in località il Follo, borgo agricolo ai piedi della collina del Cartizze, e a Saccol. I partecipanti transiteranno poi dentro il parco di Villa dei Cedri, sede dal 2019 dell’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene per arrivare poi nel centro di Valdobbiadene, con piazza Marconi, il Duomo e la Pieve.  Seguirà poi il Parco della Filandetta (“un recupero di archeologia industriale, integrazione tra un simbolo di industrializzazione e l’agricoltura, ma anche un contenitore dover arte e cultura si incontrano”) e Villa Morona De Gastaldis. I podisti proseguiranno poi in Rive de Milan (con la sua maestosa casa padronale veneta) e in località Bigolino (con i tanti capitelli votivi, segni della devozione popolare). Ci sarà poi il rientro a Vidor, lungo le sponde del torrente Teva e sui tornanti di località Boschete, passando per San Giovanni e prima dell’arrivo, dentro all’Abbazia Benedettina di Santa Bona (eretta nel 1106), con il traguardo posto in piazza Capitello.
 
 
PARTECIPANTI
Supera 3100 la lista iscritti distribuiti nei tre percorsi di 10, 21 e 42 km. Gli stranieri sono oltre 450 e rappresentano il 15% (il quadruplo del 2022). Ben 41 nazionalità rappresentate provenienti da 26 Paesi (Austria, Belgio, Brasile, Croazia, Francia, Germania, India, Irlanda, Israele, Lituania, Paesi Bassi, Perù, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Russia, San Marino, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svizzera e Ungheria). Il 41% degli italiani proviene da fuori Veneto (le regioni con il maggior numero di iscritti sono Lombardia, Emilia Romagna e Trentino Alto Adige).
 


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×