10 luglio 2020

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Vi presento la Stecca

Diretta streaming sulle pagine Fb e sul canale Youtube di Giovanni Carraro

|

|

Vi presento la Stecca

In diretta. In streaming. Sulle pagine Fb e su Youtube domani (2 giugno), alle 19 - orario dell’aperitivo letterario!

Giovanni Carraro (in foto) presenta in anteprima assoluta La Stecca Prealpina, il libro-viaggio-diario scritto dall’autore durante i 53 giorni del lockdown.

Sarà l’occasione per colloquiare, online, con l’autore che in questo periodo - con due nuovi libri in uscita - ci sta indicando, svelando, raccontando la bellezza paesaggistica e la storia delle Prealpi. L’occasione per prendere appunti e spunti, per quegli itinerari tra i sentieri che dovremmo percorrere passo dopo passo, dopo la stasi. La quarantena. Lo stop. L’isolamento.

“Il 12 marzo - spiega Giovanni Carraro - entravamo a casa per il lockdown e i primi di maggio uscivamo timidamente, bardati di guanti e mascherina. 53 giorni di quarantena, dove ognuno di noi si è inventato qualcosa per passare il tempo. In questo tempo, apparentemente immobile, io ho scritto la Stecca Prealpina, De Bastiani editore, che presenterò in anteprima assoluta in diretta streaming domani 2 giugno. Vi aspetto quindi davanti a smartphone e PC prima di cena, alle ore 19, in tutte le cinque pagine Facebook da me gestite e nel mio canale YouTube”.

La Stecca Prealpina è quasi un diario da sfogliare e da percorrere, sulle colline. E’ un viaggio appassionato dentro la storia, le leggende, le vite e l’incomparabile natura del paesaggio prealpino. Un itinerario narrativo che trasporta oltre i confini individuali per abbracciare, insieme a tanti suoi protagonisti, un territorio generoso, per riscoprirlo, per ritrovare la bellezza della libertà.

“La Stecca prealpina - aggiunge Giovanni Carraro - è stato scritto nei 53 giorni di quarantena. 53 giorni che attraverso questo libro sono diventati 53 pagine della nostra vita. 53 itinerari dentro il cuore delle Prealpi, dentro la Storia e le storie della gente che ha tessuto questo paesaggio col filo dell’esperienza, dell’emozione, della passione per il territorio”.

 

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×