30 ottobre 2020

Esteri

Verso il Conclave

P. Lombardi: ''Ci si aspetta prima fumata nera''

|

|

Verso il Conclave

CITTA' DEL VATICANO - Con tutta probabilità alla prima votazione dei cardinali ci sarà la fumata nera. A dirlo è Padre Federico Lombardi nel briefing con la stampa. "E' difficile che ci possa esserci un esito positivo", ha ipotizzato. In ogni caso - stando a quanto avvenne nel Conclave del 2005 - la prima fumata nera fu dopo le 20.

Il direttore della Sala stampa vaticana ha riferito che centocinquantadue cardinali, tra elettori e non, hanno preso parte oggi alla decima congregazione. Sono stati sorteggiati tre nuovi membri della Congregazione particolare che aiuteranno il Camerlengo e che avranno funzioni anche nel corso del Conclave. Si tratta dei cardinali Naguib, Ouellet e Monterisi.

Padre Lombardi ha spiegato che la decima Congregazione è stata anche l'ultima. I cardinali ora si prepareranno per il Conclave. Lo stop alle Congregazioni generali è stato deciso "a grande maggioranza dai cardinali", ha detto, ricordando che fra gli interventi dei cardinali è stata espressa "la soddisfazione per la possibilità di comunicare e per il clima sereno".

Lo Ior e la situazione della banca vaticana sono stati temi portati nell'ultima riunione di pre-Conclave, ha riferito il direttore della Sala stampa vaticana, spiegando che il Camerlengo ha tenuto una "breve relazione" sul tema. Inoltre tra i temi più trattati oggi: le attese e i profili legati al nuovo Pontefice.

La prima messa del nuovo Pontefice non necessariamente sarà di domenica "può essere celebrata anche in una giornata feriale", ha poi precisato il portavoce della sala stampa vaticana. "Su questo conserviamo una certa elasticità, ma dopo l'elezione sapremo certamente anche quando ci sarà la messa di inaugurazione del pontificato".

Padre Lombardi ha ricordato che Padre Georg Gaenswein, in qualità di prefetto della Casa pontificia, domani sarà presente all'inizio del Conclave. Quanto al futuro di padre Georg in Vaticano, Lombardi ha detto: "Non credo voglia trasferirsi stabilmente qui".

In occasione del Conclave saranno messi i sigilli a 30 ingressi.

Oggi è stata una giornata di giuramento sulla segretezza per gli addetti al Conclave. Si tratta di circa 90 persone che presteranno giuramento nella Cappella Paolina alle 17.30 sotto la presidenza del Camerlengo Tarcisio Bertone. Giureranno gli ascensoristi, confessori, medici, infermieri e fioristi, il maestro delle cerimonie, i cerimonieri, religiosi e religiose, addetti alle sacrestie. A prestare giuramento ci saranno anche gli autisti del pulmino che da Santa Marta porterà i cardinali in Sistina per la votazione.

A guidare la cerimonia con la processione dei cardinali prima dell'ingresso in Cappella Sistina, dove domani pomeriggio si aprirà il Conclave, sarà il cardinale Giovanni Battista Re, in quanto porporato più anziano dell'Ordine dei vescovi. I cardinali, dopo il trasferimento dal complesso di Santa Marta, alle 16.30 percorreranno il tragitto che dalla Cappella Paolina, attraversando la Sala Regia, porta fino alla Cappella Sistina. La processione sarà preceduta da una croce con i candelieri. Quindi, i cantori della Sistina, i prelati, il segretario del Conclave, il cardinale incaricato della meditazione e tutti i cardinali elettori, in ordine inverso di precedenza, partendo dai diaconi, seguiti dai presbiteri e quindi dai vescovi. A chiudere la processione, il cardinale Re, che presiede anche al giuramento, e il maestro di cerimonia monsignor Marini.

La processione si avvierà recitando le litanie dei Santi e invocando in canto il 'Veni Creator Spiritus'. Dopo l'ingresso nella Cappella Sistina, si svolgerà il giuramento con la formula prevista dalla Costituzione Apostolica, davanti all'evangelario aperto e giurando con la mano destra posata sul Vangelo. Infine, resteranno nella Sistina solo i cardinali elettori, mentre gli altri saranno allontanati con l'escalamazione "Extra Omnes!", ovvero 'fuori tutti'. La durata prevista per la cerimonia è di circa un'ora. Dopo la meditazione, i 115 cardinali elettori potranno procedere alla prima votazione

I vigili del fuoco hanno sistemato oggi il drappeggio che incornicia il balcone posto sopra il portone centrale d'ingresso alla Basilica di San Pietro. Salendo con l'autoscala fino al secondo livello della chiesa, i vigili del fuoco hanno posizionato il tendaggio bordeaux, ricoprendo anche con un tessuto del medesimo colore le due colonnine che affiancano il finestrone centrale. Sarà proprio affacciandosi a quel balcone che verrà dato l'annuncio ufficiale della conclusione del conclave e dell'elezione del nuovo Pontefice, con la storica esclamazione: ''Habemus Papam!''.

(Adnkronos)

 



vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×