05 aprile 2020

Treviso

Il vento spazza via lo smog ma per gli alunni niente ricreazione all’aperto: "Aspettiamo ancora un giorno"

Per gli alunni delle scuole Stefanini resta in vigore il divieto

| Isabella Loschi | commenti |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi | commenti |

TREVISO - Polveri sottili azzerate, sparite dalle rilevazioni delle centraline dell’Arpav. Merito del forte vento che tra martedì e mercoledì ha ripulito l’aria inquinata di Treviso. Ma i ragazzi delle scuole trevigiane rimaranno al chiuso durante la ricreazione ancora per qualche giorno.

“Sì, la qualità dell'aria oggi è migliorata ma per precauzione la circolare rimane valida. Un giorno in più per precauzione non fa male a nessuno". Queste le parole del dirigente scolastico Antonio Chiarparin, (nella foto), dell’istituto comprensivo 4 di Treviso, che martedì ha firmato una circolare con la quale aveva disposto l'obbligo per gli insegnanti dei sette plessi dell’istituto Stefanini di non concedere agli alunni di uscire nell'intervallo delle lezioni del mattino. Questo a causa dell'eccessiva concentrazione di polveri sottili a Treviso.

"È stata una scelta di buonsenso - ha proseguito Chiarparin - e in coerenza con l'insegnamento sull'ambiente e sull’ecologia che le nostre scuole, cinque primarie, una secondaria e una materna, affrontano da sempre. Al di là del rischio immediato per la salute di bambini e ragazzi - aggiunge - dobbiamo imparare che certi buoni comportamenti vanno messi in pratica tutti i giorni e che è sbagliato pensare che le piccole cose siano inutili". Perciò, prima di firmare il "liberi tutti", il dirigente attenderà il verdetto delle centraline Arpav di domani. Con il pieno consenso, assicura, di tutti o quasi i genitori dei 1.300 iscritti.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

28/12/2011

«L'ARIA VITTORIESE È INQUINATA»

La quantità di biossido di azoto rilevata dalle centraline vicine alla scuola Da Ponte è di poco inferiore al limite consentito

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×