04 luglio 2020

Treviso

Vegani in piazza per difendere gli animali

Gli attivisti del gruppo Vegan Treviso sono scesi nelle piazze delle città per sensibilizzare i trevigiani

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Vegani in piazza per difendere gli animali

TREVISO - “Nel tuo piatto ci sono tante storie non raccontate”. “Carne di pollo, basso costo, alta sofferenza”. Sono alcune delle frasi che accompagnano le foto degli animali rinchiusi nelle gabbie, negli allevamenti intensivi, prima di diventare carne da macello, esposte ieri nelle piazze della città dal Gruppo Vegan Treviso per sensibilizzare i trevigiani sul diritto alla vita di tutti gli essere viventi.

Gli attivisti, accompagnati dalla mascotte Mela, una cagnolina adottata, domenica pomeriggio hanno percorso le vie del centro fermandosi in piazza dei Signori, in piazza Duomo e in piazza Borsa, mostrando le immagini delle discriminazioni subite dagli altri animali nell'industria degli animali umani e distribuendo volantini di sensibilizzazione. “Le criticità sono che la sofferenza inutile e dannosa è sempre inaccettabile - spiega l’attivista Walter De Iulis - mentre favorire l'odierno massacro, in responsabilità economica, per un dogma religioso, sa di estremismo, di quello vero".

“Abbiamo distribuito volantini a chi ci guardava con solidarietà - speigano - Una signora con suo figlio ne ha preso uno e gli ha proposto di portarlo a scuola per discuterne con i compagni. Chissà come andrà a finire. Una ragazza che lavora nel negozio Lush, che vende cosmetici non testati su animali, è entusiasta della nostra presenza”.

Durante la manifestazione il Gruppo Vegan Treviso ha anche soccorso un piccolo topino orfano, offrendogli dell’acqua per abbeverarsi. Una volta ripreso è stato messo in salvo su un prato vicino.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×