27 novembre 2020

Conegliano

Vazzola, mamma furiosa attacca sindaco e preside

Dopo le sue dure parole, non si è fatta attendere la replica del sindaco Zanon

| Clara Milanese |

immagine dell'autore

| Clara Milanese |

Scuola primaria Vazzola

VAZZOLA – Negli scorsi giorni sono stati diversi i comuni che hanno annunciato uno spostamento dei seggi elettorali per evitare così di interrompere l’attività scolastica.

Tra questi non c’è però il comune di Vazzola e ciò non è andato giù a diversi genitori.

Una mamma in particolare, stanca di chiedere senza ricevere “risposte granché sensate”, negli scorsi giorni si è sfogata sui social attaccando, senza peli sulla lingua, il sindaco Giovanni Domenico Zanon e la preside dell’Istituto comprensivo di Mareno e Vazzola Maria Zamai. “Come sempre, alla nostra "Preside" e al nostro Sindaco, frega nulla delle scuole che non siano quelle di Mareno. Tanti paesi del trevigiano si sono preparati per le elezioni in luoghi non scolastici e noi? Noi no. Non ci sono le prerogative. Ma fatemi il piacere. Siete solo dei pxxxxxxxi a cui il posto interessa più del bene dei piccoli del vostro paese. A tutti e due mi rivolgo, Preside (scusi...Direttrice Scolastica) e sindaco: fate sxxxxo, non so chi dei due di più”.

Ieri è arrivata la replica, ben più pacata, del primo cittadino di Vazzola, che ha chiarito quanto fatto dall’amministrazione per cercare possibili nuove sedi, alternative alle scuole elementari, dove allestire i seggi: “Sulla base della normativa vigente relativa alle caratteristiche strutturali degli edifici adibiti a seggi elettorali e delle indicazioni della Prefettura relative anche ai protocolli sanitari di sicurezza per lo svolgimento delle consultazioni elettorali dovute al COVID, nessuna struttura alternativa è idonea all’allestimento dei seggi”.

 



foto dell'autore

Clara Milanese

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×