13/08/2022velature lievi

14/08/2022velature lievi

15/08/2022pioggia debole e schiarite

13 agosto 2022

Conegliano

Vax day a Santa Lucia, Szumski: "In linea di massima non sono contrario a concedere il municipio"

Il sindaco Riccardo Szumski, comunque, non deciderà da solo: la decisione verrà delegata a tutta giunta, che si esprimerà solo dopo l'arrivo della richiesta ufficiale

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Vax day a Santa Lucia, Szumski:

SANTA LUCIA DI PIAVE - L’Ulss 2 vorrebbe organizzare un vax day anche a Santa Lucia di Piave. Solitamente la giornata vaccinale con il camper si tiene nella sala consiliare o in uno spazio del municipio: l’iniziativa, comunque, è tuttora in fase di definizione. L’organizzazione coinvolge inevitabilmente anche l’amministrazione comunale, visto che la sala consiliare deve essere concessa dal comune. Il sindaco Riccardo Szumski, comunque, non deciderà da solo: la decisione verrà delegata a tutta giunta, che si esprimerà solo dopo l’arrivo della richiesta ufficiale.

 

“Risponderemo in maniera ufficiale – continua Szumski -. In linea di massima, comunque, non sono contrario a concedere il municipio. Non faccio la guerra a nessuno e non faccio campagne contro. Io sono per la libertà, ognuno fa ciò che vuole”. Sabato scorso, durante il vax day che si è tenuto a Sarmede, l’Ulss 2 ha messo a disposizione prime, seconde e terze dosi, sia booster sia addizionali. La dose addizionale serve a completare il ciclo di base in soggetti molto immunodepressi: si può fare almeno 28 giorni dopo la seconda dose. La dose booster, invece, ha lo scopo di richiamare l’immunità, innalzando nuovamente i livelli di copertura anticorpale nel sangue, almeno sei mesi dopo la prima dose.

 

Per quanto riguarda le vaccinazioni a Santa Lucia “siamo, in generale, sopra il 75%”, dichiara Szumski. Intanto l’amministrazione, con un fondo straordinario, ha aiutato anche le attività santalucesi messe in difficoltà dal lockdown e dalle limitazioni imposte a causa del Covid-19. “45 attività hanno ottenuto i 1500 euro”, spiega Szumski. Sono stati utilizzati quindi 67.500 su 120mila: la parte rimanente “verrà accantonata per i bisogni del settore sociale nel bilancio del 2022”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×