03/07/2022sereno

04/07/2022pioggia debole e schiarite

05/07/2022pioggia debole e schiarite

03 luglio 2022

Esteri

Variante Omicron, la regina Elisabetta cancella il pranzo di Natale

"E' dispiaciuta, ma sente che è la cosa giusta da fare" dichiarano da Buckingham Palace

|

|

Variante Omicron, la regina Elisabetta cancella il pranzo di Natale

GRAN BRETAGNA - Per la variante Omicron la regina Elisabetta ha deciso di cancellare il tradizionale pranzo di Natale in famiglia che era previsto martedì prossimo nel castello di Windsor e al quale avrebbero preso parte una cinquantina di persone tra figli, nipoti, bisnipoti e cugini. Secondo quanto riferito dalla stampa britannica, sarebbe stato difficile giustificare un party con questi numeri alla luce della situazione epidemiologica del Regno Unito, alle prese con la variante Omicron e con il record di 78mila casi registrato nelle scorse 24 ore. "La regina è dispiaciuta, ma sente che è la cosa giusta da fare", ha dichiarato una fonte di Buckingham Palace sebbene fino a pochi giorni fa le notizie che arrivavano da Londra parlavano di una sovrana determinata ad andare avanti con i preparativi per il pranzo.

 

Anche il pranzo di Natale dello scorso era stata annullato a causa della pandemia. Dopo che è stato cancellato il tradizionale pranzo pre-natalizio per la famiglia estesa, la 95enne sovrana sta ora valutando se andare come sempre al castello di Sandringham per Natale. La Bbc scrive che una decisione sul trasferimento nel castello nel Norfolk non è ancora stata presa. Tutti i piani per Natale, il primo per la regina senza il defunto marito Filippo, vengono rivisti e il palazzo annuncerà la decisione quando sarà presa. Normalmente la Regina offre un pranzo prima delle feste al castello di Windsor per tutta la sua famiglia estesa, invitando una cinquantina di persone. Poi si reca a Sandringham per trascorrervi il Natale. Ma già l'anno scorso aveva dovuto rinunciare ad entrambe le tradizioni a causa del Covid.

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×