24 giugno 2021

Cronaca

Variante indiana Veneto, erano stati in pellegrinaggio Gange

Covid, Zaia: "Un terzo veneti ha già ricevuto una dose di vaccino"

|

|

Covid in Veneto

VENETO - Avevano partecipato al pellegrinaggio induista di Kumbh Mela e si erano immersi nel Gange come vuole la tradizione induista i due veneti, padre e figlia, risultati positivi alla variante indiana del Covid. Lo conferma all'ANSA il sindaco di Villaverla. Ruggero Gonzo, la località vicentina nella quale la famiglia da tempo risiede. Sono rientrati dall'India il 7 aprile atterrando a Bergamo, racconta il primo cittadino, e da lì avevano preso un taxi per tornare a casa. "Poi diligentemente hanno segnalato la cosa al sito dell'Ulss 7 chiedendo di fare il tampone - racconta Gonzo -. Lo hanno fatto il 14 aprile: il padre e la figlia sono stati trovati positivi alla variante indiana mentre per la madre, asintomatica, si stanno ultimando gli accertamenti, Stanno tutti bene".

Il sindaco sottolinea di essere in costante contatto con la famiglia, in particolare il padre, che a Villaverla fa il meccanico. "Ci ha impressionato che fossero partiti per l'India con un tampone negativo - rileva - e siano tornati infettati dalla variante che ha contagiato mille persone in 24 ore". Gonzo ha voluto anche tranquillizzare i concittadini sulla fatto che la situazione a Villaverla sia sotto controllo. "Per fortuna il cittadino indiano ha seguito le nostre regole sanitarie - conclude - e questo ci fa stare sereni sul fatto che la pandemia non si diffonderà". Non vi sono invece conferme ai due casi di positività che erano stati segnalati nel veneziano. L'Ulss Serenissima dice che nel territorio di competenza non vi è alcun contagio confermato ala variante indiana.

Un veneto su tre ha ricevuto almeno una dose di vaccino anti-covid. A sottolinearlo il presidente del Veneto Luca Zaia: "Un terzo dei veneti ha già avuto almeno un'inoculazione, ci piace ricordare che stiamo galoppando con la macchina vaccinale; ieri abbiamo fatto 22.308 vaccini, e i target dei prossimi giorni sono elevati perché stanno arrivando le consegne dei vaccini". "Ieri - ha spiegato - abbiamo già avuto 80mila prenotazioni. La nostra idea è di avere un sovraccarico di prenotazioni fino al 19 maggio, oltre a quella data abbiamo difficoltà a programmare perché non abbiamo certezze sugli arrivi dei vaccini. Giovedì abbiamo un target di 40mila vaccinazioni, in teoria in 10 giorni potremmo fare tutta la coorte dei sessantenni che sono oltre 600mila e vorremmo riuscire a completare nel giro di dieci giorni", ha concluso.

BOLLETTINO
Sono 848 i contagi da coronavirus in Veneto oggi, 27 aprile, secondo i dati del bollettino della regione. Da ieri sono stati registrati altri 36 morti. I nuovi casi sono stati individuati su 34.910 tamponi, il tasso di positività è al 2,42%. Gli attuali positivi sono 22.844. I pazienti ricoverati sono 1.546 (+6), in particolare sono aumentati di 3 unità i ricoveri in terapia intensiva. I dimessi sono 20.255.

 

 

 

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

immagine della news

29/03/2021

Covid Veneto, Zaia: "Oggi 728 contagi"

E' stato vaccinato il 79,5% delle persone della classe 1936 interessate dall'operazione "a chiamata libera" sperimentata ieri in provincia di Treviso

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×