07/12/2022sereno

08/12/2022pioviggine

09/12/2022rovesci di pioggia

07 dicembre 2022

Ciclismo

Altri Sport

Valdobbiadene, domenica è il gran giorno della Prosecco cycling

Inizia il conto alla rovescia per l’evento che dopodomani farà passerella sul percorso da 100 chilometri che toccherà 13 dei 15 Comuni della DOCG. Ventiquattro le nazioni rappresentate al via

|

|

Valdobbiadene, domenica è il gran giorno della Prosecco cycling

VALDOBBIADENE - Duemila bicchieri alzati idealmente al cielo, altrettante biciclette in passerella nel cuore delle colline di Conegliano e Valdobbiadene, terra vocata alla produzione vinicola e oggi anche destinazione ideale per i cicloturisti di tutto il mondo.

Domenica 2 ottobre è il gran giorno della Prosecco Cycling, l’evento sportivo che più di ogni altro ha saputo valorizzare il fascino del territorio che a luglio del 2019 è stato riconosciuto Patrimonio mondiale dell’Umanità dall’Unesco. La Prosecco Cycling ci ha creduto sin dal primo momento, e non è un caso se, nell’arco di 18 edizioni, tra i filari d’uva che ricamano le colline trevigiane hanno pedalato oltre 50 mila appassionati provenienti da 31 nazioni. Anche quest’anno sarà uno spettacolo da non perdere. Partenza alle 8.30 da Piazza Marconi. E poi via tra le colline.

I NUMERI DELL’EDIZIONE 2022 - Numeri e ancora numeri. Quelli dell’edizione 2022 sono vincenti: oltre duemila iscritti, in rappresentanza di 24 nazioni e tre continenti (Europa, America, Africa). Circa 350 volontari a garantire sicurezza e ordine sul percorso. Cento chilometri di percorso (con 1600 metri di dislivello) che tocca 13 dei 15 Comuni della DOCG (Cison di Valmarino, Conegliano, Farra di Soligo, Follina, Miane, Pieve di Soligo, Refrontolo, Revine Lago, San Pietro di Feletto, Sernaglia della Battaglia, Susegana, Tarzo e Valdobbiadene). Un intero territorio che si stringe attorno alle migliaia di appassionati delle due ruote in arrivo a Valdobbiadene. Lo testimonia anche Elvira Bortolomiol, presidente del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG: “Prosecco Cycling è un evento che fa vivere il territorio in modo sano e appassionato.

È un appuntamento sportivo ormai storico che coinvolge moltissimi ciclisti e contribuisce a mostrare a tutto il mondo la bellezza delle nostre colline. Noi come produttori e viticoltori siamo fieri del nostro territorio che custodiamo con tanta cura e a cui dedichiamo tanta attenzione sia per tutelarne l’ambiente, sia per consolidare la comunità che lo abita. Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg e la Prosecco Cycling in questo senso sono accomunati da una passione: quella per l’identità del nostro territorio, per le nostre colline eroiche, che meritano di essere conservate e promosse con impegno e dedizione”. Le iscrizioni rimarranno aperte alla Tenuta Villa Sandi, quartier generale dell’evento, a Zecchei di Valdobbiadene, anche per l’intera giornata di sabato 1° ottobre (dalle 9 alle 19).

LA CLASSIFICA CHE NON C’È - Pensate che alla Prosecco Cycling vincano solo i più veloci? Sbagliato. Una speciale classifica, la Maglia Nera, premierà le squadre che realizzeranno la peggior media di percorrenza su tre salite cronometrate: Ca’ del Poggio (1,1 km con pendenza media del 13,4%), Via dei Colli (650 metri - 11,4%) e Collalto (1,5 km - 6,3%). Il cronometraggio delle tre salite determinerà inoltre la classifica individuale. Sono poi previste altre tre classifiche a squadre. Una, denominata Fun Team, incoronerà la squadra che realizzerà il miglior tempo sull’intero percorso. Con una particolarità: il gruppo deve essere composto da almeno cinque ciclisti, che dovranno transitare sul traguardo nell’arco di 30”. E, da quest’anno, la squadra che non presenterà almeno una donna, verrà penalizzata di 15 minuti. Un’altra classifica premierà i team capaci di piazzare sul traguardo il più alto numero di ciclisti (minimo dieci) nell’arco di 30”, valorizzando così al massimo la compattezza di squadra. Lo stesso meccanismo sarà infine applicato alla nuova classifica per gruppi misti, che si differenzia dalla precedente perché aperta a ciclisti tesserati per squadre diverse o non tesserati affatto. Il chip di cronometraggio è facoltativo, sul frontalino da apporre sulla bici i partecipanti non troveranno un numero ma il loro nome. Perché alla Prosecco Cycling nessuno è un numero.

PROSECCO CYCLING GRANDI FIRME - L’evento di Valdobbiadene significa, da sempre, anche illustri ospiti: manager, imprenditori, personaggi del mondo dello sport non perdono occasione per pedalare tra le colline del Prosecco. Tra i più assidui, Giancarlo Moretti Polegato, presidente di Villa Sandi, main partner dell’evento, che proprio alla Prosecco Cycling, insieme alla moglie Augusta, ha scoperto la passione per la bici. “Sono orgoglioso di essere stato a fianco della Prosecco Cycling sin dall’inizio e di averne visto il crescente successo - commenta Giancarlo Moretti Polegato -. E’ stata ed è l’occasione per supportare la conoscenza del Prosecco come territorio, fatto di bellezze naturali, frutto del lavoro delle persone che lo curano con rispetto e dedizione. La Prosecco Cycling è diventata un classico imperdibile, di richiamo anche internazionale, che ogni anno si rinnova con nuove emozioni e significati.

I sempre più numerosi partecipanti dall’estero diventano preziosi ambasciatori della bellezza e dei valori delle nostre colline nei loro Paesi ed è importante continuare ad investire per offrire servizi ai visitatori e ai turisti. Sono sempre di più coloro che scelgono di conoscere il territorio attraversando in bicicletta lo straordinario paesaggio di vigneti e piccoli borghi. Prospettive più ravvicinate, lente e in armonia con l’ambiente e con la crescente attenzione alla sostenibilità che ci vede tutti coinvolti come custodi e depositari di un patrimonio di tradizioni e bellezze naturali da preservare per le generazioni di domani”. Tra i personaggi del mondo dello sport, attesi anche Claudio “El Diablo” Chiappucci, vincitore della Milano-Sanremo 1991, di tre tappe al Tour de France e una al Giro d’Italia, e Marco Saligari, “il Commissario”, “voce” del ciclismo televisivo, dopo essere stato un ottimo corridore (tre tappe al Giro d’Italia, una alla Parigi-Nizza e la vittoria al Giro di Svizzera). Al via anche Andrew Gould e David Bellairs, organizzatori rispettivamente di TD Five Boro Bike Tour New York e Cape Town Cycle Tour, due tra gli eventi cicloamatoriali più partecipati al mondo, attesi oggi – venerdì 30 settembre – a Follina per la firma del protocollo d’intesa sulla sostenibilità ambientale.

GRAND TOUR GOURMET - Di corsa a scoprire i piatti tipici del territorio e a brindare con il Prosecco Docg. L’iniziativa si chiama Grand Tour Gourmet e rappresenta uno dei piatti forti – è proprio il caso di dirlo – della Prosecco Cycling, evento che da quasi vent’anni promuove, sotto molteplici forme, il binomio tra bicicletta e territorio. Gli iscritti alla Prosecco Cycling troveranno nel pacco omaggio un buono sconto di 15 euro che potranno utilizzare sino al 9 ottobre per pranzare o cenare nei ristoranti, trattorie, osterie e agriturismi aderenti alla rassegna e selezionati per la qualità dei loro prodotti, rigorosamente del territorio. Grand Tour Gourmet è anche l’ormai classica sosta sul Muro di Ca’ del Poggio a base di Prosecco e scampi. Un’iniziativa ideata dalla Prosecco Cycling e sempre più apprezzata. Tanto che in cima all’ormai iconica salita di San Pietro di Feletto la sosta piede a terra è un momento praticamente obbligato per tutti i partecipanti all’evento. Una volta tagliato il traguardo a Valdobbiadene, in Piazza Marconi, gli appassionati andranno alla scoperta dei sapori del Prosciutto Veneto e della Casatella Trevigiana Dop e parteciperanno al Tiramisù Taste Event che li attenderà Villa dei Cedri. Sapori speciali per un territorio speciale.

NASCE IL GRAVEL CONTEST - Una sfida nella sfida, con il marchio di qualità della Prosecco Cycling. L’evento di Valdobbiadene quest’anno sarà accompagnato dal Gravel Contest: 60 km con 1200 metri di dislivello per cavalcare il nuovo fenomeno della “bici per tutto”, dalla strada allo sterrato, dai sentieri non estremi alla ghiaia. “La partenza avverrà in un unico raggruppamento - spiega Massimo Stefani, executive manager della Prosecco Cycling -. Le differenze rispetto alla Prosecco Cycling tradizionale riguardano la bici gravel e la necessità di seguire la traccia Gpx del percorso su strade bianche che abbiamo affidato all’esperienza di AMG Alta Marca Gravel ASD”. Tutti gli iscritti al Prosecco Cycling Gravel Contest riceveranno l’iscrizione gratuita a Marca Bianca, il nuovo evento organizzato da Massimo Panighel che debutterà il 16 ottobre tra Montello e Colli Asolani.

 

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×