14 luglio 2020

Valdobbiadene Pieve di Soligo

A Valdobbiadene è arrivato il “Grande Fratello” per la sicurezza

I veicoli con targhe segnalate non passeranno più inosservati per il territorio comunale: a Valdobbiadene è arrivato il “Grande Fratello” per la sicurezza

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

A Valdobbiadene è arrivato il “Grande Fratello” per la sicurezza

VALDOBBIADENE - Un occhio elettronico, tecnicamente chiamato “portale”, controllerà i quattro accessi al territorio comunale di Valdobbiadene, per fornire informazioni in tempo reale alle forze dell’ordine. Il portale leggerà tutte le targhe dei veicoli in transito e qualora rilevi una targa segnalata o classificata sospetta, invierà istantaneamente l’informazione alla centrale operativa di controllo. L’istallazione non è passata in osservata e nei social già se ne parla.

“Due portali sono già stati istallati a Guia negli accessi al Comune da Farra e da Miane mentre altri due sono in fase d’istallazione a Bigolino, per controllare i veicoli provenienti da Vidor e destra Piave mentre un quarto verrà collocato a San Vito e seguirà il traffico da Segusino – spiega il sindaco, Luciano Fregonese – Questo va ad aggiungersi alle 40 telecamere già istallate in tutto il Comune, per garantire maggiore sicurezza alla popolazione”.

Il bilancio di questo programma d’investimenti per la sicurezza pur se ancora in fase di completamento, del costo di circa 70mila euro, è positivo poiché ha già scongiurato una decina di reati e quando qualche mese fa una coppia di Vittorio Veneto si era persa, l’istallazione delle telecamere ha permesso di accelerare le ricerche monitorando i luoghi dove le persone erano già passate e restringendo il raggio d’azione delle ricerche.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×