02/12/2021pioggia

03/12/2021poco nuvoloso

04/12/2021velature estese

02 dicembre 2021

Treviso

Vaccino Covid: "Nella Marca su oltre 1,2 milioni di dosi somministrate 11 le reazioni avverse gravi"

L'Ullss2: "L'autopsia ha escluso una possibile correlazione tra la morte della 49enne Nadia Positello e il vaccino"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Nadia Positello

TREVISO - Nelle scorse ore l'autopsia sul corpo di Nadia Positello, la 49enne di Maser morta per un malore mentre il marito la stava portando in ospedale, ha escluso una possibile correlazione tra il decesso e il vaccino ricevuto pochi giorni prima.

Sul tema delle reazioni avverse diagnosticate dopo la somministrazione del vaccino l’Ulss2 ha precisato che: “Fino ad oggi a fronte di oltre 1 milione e 288mila dosi somministrate in Provincia di Treviso non sono stati registrati decessi correlati al vaccino contro il Covid e le persone che hanno avuto delle reazioni avverse gravi sono state 11, pari allo 0,0008% sul totale delle vaccinazioni fatte. Mentre sono state 133 le reazioni avverse lievi e risolte in pochi giorni, registrate dai medici di base post inoculazione ( pari allo 0.05% del totale) e 544 le segnalazioni fatte direttamente dai cittadini all’azienda sanitaria”. Delle 11 reazioni gravi 5 sono relative ad allergie, 3 a aritmie, 1 miocardite, 1 crisi compulsiva e una sindrome di Guillain-Barré.

Per quanto riguarda ad esempio le miocarditi, una delle possibili reazioni da vaccino, curate negli ospedali trevigiani, il direttore della Cardiologia di Treviso e Castelfranco, il dottor Carlo Cernetti, ha evidenziato un aumento nei pazienti contagiati da Covid, mentre nella popolazione vaccinata l’aumento non c’è stato. "Il Covid può scatenare meccanismi infiammatori notevoli: provoca un aumento dell’1,4% di probabililtà dell’ictus e i contagiati che sviluppano miocardite (infiammazione del muscolo cardiaco) hanno due volte e mezzo in più il rischio di morire".

Una conferma che arriva anche dagli studi scientifici fatti negli Usa e in Israele. “La media delle miocarditi pre Covid era di 61 casi su un milione di persone. Studi effettuati sulla popolazione in California e Israele tra un milione di popolazione vaccinata contro il Covid con doppia dose, hanno evidenziato che sono state registrate 6 miocarditi in California e 20 quelle registrate tra la popolazione vaccinata in Israele - spiega il cardiologo Cernetti - Mentre la media sale vertiginosamente a 23mila casa ogni milione di abitanti per chi contrae l’infezione da Covid”. Sempre negli Stati Uniti tra 9.300 giovani atleti di 10 diverse università, resi in esame, 2.600 hanno contratto il Covid e di questi 1.597 hanno sviluppato miocardite".

 

Leggi anche:

Il decesso dopo il vaccino, l'autopsia escluderebbe il collegamento

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

12/10/2021

Maser, si spegne a 49 anni dopo un malore

Nadia Positello aveva appena accompagnato a scuola la figlia di 14 anni quando ha iniziato ad avvertire i primi dolori allo stomaco e ad avere gravi difficoltà respiratorie

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×