27/01/2022nubi basse e schiarite

28/01/2022poco nuvoloso

29/01/2022velature sparse

27 gennaio 2022

Treviso

Vaccino AstraZeneca sospeso, l'Ulss2 blocca le vaccinazioni di oggi

Il Nuovo sindacato dei Carabinieri Veneto denuncia "la mancanza di documentazione da parte delle Usl sul tipo di vaccino inoculato e sugli effetti collaterali"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Vaccino AstraZeneca sospeso, l'Ulss2 blocca le vaccinazioni di oggi

TREVISO - Vaccinati ma senza ricevere alcun tipo di documentazione sul tipo di vaccino inoculato e sugli effetti collaterali dello stesso. Il Nuovo Sindacato dei Carabinieri Veneto ha segnalato alla infermeria della Legione Carabinieri Veneto le criticità pervenute dal personale delle province di Treviso e Verona circa le procedure vaccinali anti Covid19.

“I nostri iscritti e non solo - scrive in una nota il segretario regionale del sindacato - lamentano che le Asl locali non hanno prodotto alcuna documentazione. Le direttive impartite dal Ministero della Salute impongono una corretta informazione, mentre i colleghi non hanno ricevuto nessun foglio informativo sul tipo di vaccino e lotto inoculato. L’unica preoccupazione del Comando Legione Veneto è stata quella di ricevere dai militari la conferma della vaccinazione tramite la scala gerarchica. Ribadiamo che, ai sensi della legge sulla privacy, gli unici enti che devono trattare i dati sanitari debbano essere esclusivamente le infermerie legionali. Visto il blocco delle somministrazioni del vaccino AstraZeneca su tutto il territorio nazionale, abbiamo richiesto una immediata procedura di informazione ai colleghi vaccinati e di sensibilizzare gli uffici territoriali delle Asl coinvolte nel piano vaccinazione Covid19 a fornire una completa informazione ai Carabinieri che hanno aderito volontariamente alla vaccinazione”.

La somministrazione del vaccino AstraZeneca è stata sospesa anche nella Marca ieri pomeriggio su decisione dell’Agenzia Italiana del Farmaco che ha deciso di estendere, in via del tutto precauzionale e temporanea, in attesa dei pronunciamenti dell'EMA, il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca su tutto il territorio nazionale. Tale decisione è stata assunta in linea con analoghi provvedimenti adottati da altri Paesi europei come Francia e Germania.

A seguito della decisione dell’AIFA, l’Ulss2, appena giunta la notizia, ha interrotto le vaccinazioni in corso ieri pomeriggio a Riese Pio X e sospese tutte le vaccinazioni con AstraZeneca programmate per oggi, martedì 16 marzo, presso le sedi di Oderzo, Godega di Sant’Urbano e Riese Pio X. Oggi resta regolarmente attiva la sede vaccinale al bocciodromo di Villorba, in cui sarà somministrato il vaccino Pfizer agli over 80 e alle categorie già in programma.

“Ulteriori approfondimenti sono attualmente in corso”, scrive l’ulss2 - . L’AIFA, in coordinamento con EMA e gli altri Paesi europei, valuterà congiuntamente tutti gli eventi che sono stati segnalati a seguito della vaccinazione. AIFA renderà nota tempestivamente ogni ulteriore informazione che dovesse rendersi disponibile, incluse le ulteriori modalità di completamento del ciclo vaccinale per coloro che hanno già ricevuto la prima dose”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×