19 giugno 2021

Nord-Est

"Vaccini fai da te? Zaia allergico alle critiche"

La risposta di Anna Maria Bigon e Francesca Zottis del Pd

|

|

zaia vaccini covid

VENETO - “Esprimere dubbi e criticare un’operazione al momento poco chiara non è lesa maestà. O forse Zaia pensa che addirittura la Commissione europea sia mossa da odio nei suoi confronti? Forse il troppo consenso gli ha fatto perdere il senso delle proporzioni. Anche noi vorremmo più dosi e che tutta la popolazione fosse vaccinata prima possibile: proprio per questo crediamo sia opportuno rispondere nel merito delle contestazioni anziché affidarsi a facili slogan”. Così le consigliere regionali del Partito Democratico Anna Maria Bigon e Francesca Zottis, entrambe rappresentanti dem in commissione Sanità, rispondono al presidente Zaia che le ha accusate di ‘agire per odio personale’.

 

“Una frase talmente infelice che non merita ulteriori commenti. Sul resto, invece, ribadiamo le nostre perplessità, le stesse della Commissione europea: avviare negoziati paralleli procedendo in ordine sparso, non importa se una singola Regione o due o tre, è contrario ‘giuridicamente e politicamente’ al piano europeo e, come avevamo sottolineato, rischia di mettere in difficoltà la strategia comune. È di oggi la notizia di un imminente contratto per altre 200 milioni di dosi che la Commissione Ue dovrebbe chiudere nei prossimi giorni ed è una buona notizia. Adesso ci auguriamo non ci siano ulteriori ritardi nelle forniture e che ci sia un fronte compatto di tutti gli Stati nel far rispettare gli impegni alle case produttrici anziché alimentare una guerra tra Regioni, magari giocando al rialzo sul prezzo dei vaccini. Non è così che si fa il bene pubblico”.

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×