26 settembre 2021

Cronaca

USA: una malattia neurologica rende i cuccioli di orso amichevoli

Gli scienziati indagano le cause di questi insoliti comportamenti

| Ilaria Frare |

| Ilaria Frare |

Orso Nero

USA - Il Dipartimento della pesca e della fauna selvatica della California ha dichiarato che, il mese scorso, ha catturato una piccola femmina di orso nero da Pollock Pines, a est della città di Sacramento, che presentava uno simile comportamento. Il giovane orso, che era sottopeso, si era infatti “accampato” nel giardino di un'abitazione e non sembrava per nulla spaventato dalla presenza dell'essere umano, tanto da raccogliere tranquillamente le mele e mangiandole davanti ai proprietari della casa che assistevano stupiti alla scena. Sembra inoltre che il cucciolo sia salito nel bagagliaio di un auto posteggiata nella zona.

Brandon Munk, veterinario del Dipartimento specializzato in fauna selvatica, ha dichiarato alla CBS di Sacramento che si tratterebbe di "un comportamento non normale" e che anzi rappresenta un preoccupante campanello d'allarme. Non si tratterebbe però del primo caso: un evento simile era accaduto ad uno snowboarder che si era visto avvicinare da un cucciolo d'orso per nulla intimorito. Gli scienziati ipotizzano che questo comportamento possa legarsi ad una forma di encefalite, o infiammazione nel cervello, le cui cause sono ancora da chiarire. Sfortunatamente gli orsi che sviluppano questa patologia neurologica non possono sopravvivere in natura e pertanto devono essere affidati a zoo o strutture specializzate nella cura della fauna selvatica, oppure vengono abbattuti.

 

 


| modificato il:

Ilaria Frare

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×