10/12/2023nebbia

11/12/2023nuvoloso

12/12/2023velature sparse

10 dicembre 2023

Treviso

Urta con la vettura l'auto di un 42enne di Zero Branco e scappa dal parcheggio: identificato con le videocamere

Dovrà rispondere dei danni e del tentativo di fuga

|

|

Il momento dell'urto

ZERO BRANCO - Torna alla macchina dopo un giro al Designer Outlet di Noventa di Piave (Ve), ma prima di ripartire trova la sorpresa: la fiancata sinistra della sua auto completamente “rifatta” con graffistrisci e botte, ma nessun bigliettoriferimento o contatto del responsabile. I video delle telecamere di sorveglianza, però, hanno incastrato P.M., 29 anni, di Eraclea (Ve), proprietario di una Ford Mustang Coupe, che ha provato - inutilmente - a darsi alla fuga subito dopo aver causato i danni.

Quasi incomprensibile il tentativo di “scamparla” del giovane che, intento in una classica manovra di parcheggio “a L”, ha urtato, nella zona della ruota posteriore sul lato del conducente, la Volkswagen di I. M., camionista 42enne residente a Zero Branco, in provincia di Treviso. Il ventinovenne, dopo aver colpito l'altra vettura ed essersi accorto dell'errore commesso, ha fatto retromarcia e si è frettolosamente dileguato dal parcheggio, sperando di riuscire ad evitare le conseguenze, forse con l'auspicio che i danni causati non venissero notati, dimenticandosi però che tutto era registrato dalle telecamere posizionate ad hoc anche per rilevare questa tipologia di infrazioni.

Il caso è accaduto lo scorso 16 luglio 2023, quando I.M. si è recato all'outlet per passare una tranquilla domenica al centro commerciale. È arrivato in tarda mattinata, intorno alle 11, e dopo tre ore, circa alle 14, ha fatto ritorno al suo veicolo per dirigersi a casa. In quel momento, però, si è subito accorto che sulla sua auto c'erano degli evidenti danni, senza però che vi fosse alcun tipo di comunicazione da parte del colpevole, come dovrebbe essere da comune prassi quando non vi sono macro danni e se, per qualsivoglia motivo personale, non si possa restare nel luogo per prestare la dovuta assistenza, procedendo poi con un'informale scambio di generalità ed eventualmente - se necessario - con la constatazione amichevole.

Saggiamente allora il 42enne, che aveva lasciato la sua Volkswagen tra la fila E1 e quella E2 del parcheggio, si è adoperato all'istante per fare tutte le foto dei danni e della posizione dell'auto, per dare riprova di quanto si fosse effettivamente verificato poche ore prima. E, successivamente, per ottenere giustiziaessere assistito e ritrovare il colpevole ha fatto riferimento, tramite l'Area Manager Veneto Riccardo Vizzi, a Studio3A-Valore S.p.A., società specializzata nel risarcimento danni, che si è immediatamente attivata, richiedendo al noto Designer Outlet di Noventa di Piave la copia delle immagini delle telecamere di videosorveglianza poste nel parcheggio. Queste hanno ripreso il fatto, accaduto poco prima delle 12, consentendo di risalire, tramite la targa, al proprietario della potente supercar che ha causato il sinistro.

Allora, è stato possibile identificare il veicolo e, con la conseguente visuraè stato anche accertato che il legittimo proprietario era appunto P. M., il quale ora dovrà risarcire, tramite la sua assicurazione, tutti i danni causati al 42enne.


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 



Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×