03/07/2022poco nuvoloso

04/07/2022pioggia debole e schiarite

05/07/2022pioggia debole e schiarite

03 luglio 2022

Vittorio Veneto

Una lettera a Draghi da Vittorio Veneto: "Bisogna mantenere le misure contro gli aumenti di bollette e carburanti"

Ascom Vittorio Veneto ha scritto una lettera al premier

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Una lettera a Draghi da Vittorio Veneto:

VITTORIO VENETO - Ascom Vittorio Veneto ha scritto una lettera al presidente del consiglio Mario Draghi. “È fondamentale proseguire nell’azione di contrasto al caro energia e al caro carburanti - si legge nella missiva -. Vanno conservati l’azzeramento degli oneri di sistema che gravano sulle bollette elettriche e la riduzione dell’Iva sul gas al 5%. Anche la misura “taglia-accise”, che scade il 22 aprile, va prorogata o sostituita dall’introduzione su base permanente dell’accisa mobile, riducibile in proporzione all’aumento dell’Iva in caso di incremento dei prezzi internazionali. La fine prematura di queste misure, invece, determinerebbe un rallentamento del Pil e spingerebbe l’inflazione verso l’8%, aprendo le porte alla recessione”.

 

“C’è forte preoccupazione per la situazione drammatica che il settore alberghiero e uno tra i suoi principali fornitori, quello dei servizi di lavanderia, stanno vivendo a seguito dell’incontrollato aumento dei prezzi dell’energia, del gas e delle materie prime” aggiunge l’associazione di categoria. Ascom chiede “l’innalzamento al 25% del credito d’imposta previsto per l’acquisto di energia elettrica, la proroga immediata di un trimestre per i crediti d’imposta per l’acquisto di energia elettrica e gas, l’Iva agevolata per l’acquisto di gas e delle misure di azzeramento/riduzione degli oneri di sistema”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×