01/07/2022velature sparse

02/07/2022poco nuvoloso

03/07/2022poco nuvoloso

01 luglio 2022

Castelfranco

Una dozzina di classi in quarantena nelle scuole di Asolo

Questa la situazione nelle scuole primarie e alla secondaria oltre a due asili di Asolo capoluogo e Villa d'Asolo

| Maria Elena Tonin |

immagine dell'autore

| Maria Elena Tonin |

Plesso unico Asolo

ASOLO - Dopo la riduzione di orario comunicata ieri, per mancanza di insegnanti, altre due classi della primaria e secondaria di Asolo, sono da ieri in Dad. In tutto una dozzina di classi in quarantena, oltre ai due asili di Asolo Capoluogo e Villa d'Asolo. Per la primaria significa un terzo delle classi e alcune classi, segnalano i genitori, appena ritornate in presenza, si sono trovate di nuovo in quarantena.

Nel bailamme di classi che entrano ed escono dalla Dad, i genitori asolani contano i giorni che mancano alle agognate feste di Natale e forse più di qualcuno è arrivato a chiedere a Comune e dirigente la chiusura dell'Istituto. L'asilo di Asolo anticipa le vacanze di Natale, mentre quello di Casella d'Asolo, stringe i denti e rimane aperto "nonostante i pochissimi bambini" e qualche malumore tra la popolazione per le attività religiose per i più piccoli che non sono state sospese,. nonostante il difficile periodo. I dati di Asolo, sono da profondo rosso e preoccupanti, anche rispetto al circondario: se il dato medio dell'Ulss 2 si assesta a 605 contagi ogni 100mila abitanti, per Asolo, l'indice sale a 740. Era a 632 una settimana fa.

"Anche la situazione di Monfumo e Castelcucco, settimana scorsa era pesante, ma i dati più preoccupanti sono Asolo" sottolinea Marco Campini, direttore didattico di Asolo. Non solo no-vax, ma anche la presenza di una variante, la Delta, più contagiosa delle precedenti. Se i più piccoli sono i più colpiti, non sono risparmiati nemmeno gli adulti, in particolare la fascia 40-49 anni. "Rimane difficile costruire un dialogo con i genitori no-vax" conclude il dirigente "ma nel frattempo si sono in un certo senso evoluti. Lo scorso anno chiedevano una scuola senza mascherine, oggi quella battaglia è stata abbandonata: sono diventati prima No-green pass e oggi No-tamponi." Per quanto difficile da comprendere, ad Asolo più di qualche genitore rifuta di fare il tapone ai bambini: per questi ragazzi, la quarantena è di 14 giorni invece che 10.

"Non abbiamo certo vaccinato nostro figlio con leggerezza" ci dice invece una mamma di Asolo che ci chiede di rimanere anonima "avevamo molti soprattutto legati alla dose ce per un 12enne è più alta rispetto alla fascia 6/12. Abbiamo chiesto un colloquio al centro vaccinale e sono stati molto gentili ed esaurienti: siamo stati dentro più di mezz'o e alla fine, mio figlio aveva probabilmente risentito delle preoccupazioni di noi adulti, perchè era bianco come un cencio. Ma alla fine gli hanno dato anche un attestato di coraggio ed è andato tutto bene".

LEGGI ANCHE: 

Allarme contagi, l'Ulss2 ai sindaci dell'asolano: "Mascherina obbligatoria all'aperto"

 

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Maria Elena Tonin

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×