02 aprile 2020

Esteri

"Una bomba, una risata": il gioco del papà siriano per combattere la paura

| commenti |

| commenti |

"Una bomba, una risata". E' diventato virale il video della soluzione trovata da un papà siriano per aiutare la sua bambina di 4 anni ad affrontare gli implacabili bombardamenti nella regione lacerata dai conflitti di Idlib, in Siria. A condividere su Twitter il filmato di Abdullah Al-Mohammad e di sua figlia Selva è stato il giornalista Mehmet Algan.

 

"Ogni volta che c'è un suono, la famiglia ride in modo che il gioco non si interrompa. La Siria è stata una sconfitta per l'umanità. Un enorme dolore al cuore. Non c'è bisogno di conoscere l'arabo per capire", ha scritto nel post.Parlando con l'Independent Turkish, il padre di 32 anni ha detto che il gioco gli è venuto in mente dopo che alcune bombe sono cadute vicino alla loro casa nella zona di Saraqib, nel nord ovest del Paese. "Ci sono stati molti bombardamenti. I bambini soffrivano di problemi psicologici e di esaurimenti nervosi a causa delle bombe", ha spiegato Abdullah, aggiungendo di aver detto a sua figlia che i boati delle esplosioni provengono da pistole giocattolo.

 

"Ho cercato una soluzione per rendere questi bombardamenti una fonte di felicità, non di paura. Le ho insegnato che non deve avere timore e che avrebbe dovuto ridere. Cerco di evitare che venga colpita da malattie legate alla paura". Sui social media, in molti hanno definito il video è straziante e hanno elogiato l'uomo per aver voler proteggere sua figlia. Alcuni hanno fatto un paragone con il film di Roberto Benigni 'La vita è bella', in cui un padre protegge suo figlio dagli orrori di un campo di concentramento durante la seconda guerra mondiale fa credere al bambino di stare partecipando a un grande gioco.

 

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×