21 ottobre 2021

Vittorio Veneto

Un appello per i sentieri del Cansiglio: "Mancano segnaletica e copertura telefonica"

L'interrogazione presentata dal consigliere comunale Dal Mas

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

cansiglio

CANSIGLIO - “E’ impensabile che lungo la cresta del Pizzoc, partendo dal rifugio, non si trovi una tabella negli incroci più importanti. Proprio nei giorni scorsi, lungo il sentiero 982, mi è capitato di recuperare due turiste che, partite da Crosetta con l'obiettivo di raggiungere Malga Coro, erano finite in Zuel”.

 

Daniele Dal Mas, consigliere comunale di Fregona, ha presentato un’interrogazione sulla segnaletica in Cansiglio, dopo l’appello lanciato la settimana scorsa da Giorgio De Luca, gestore di Malga Quierta.

 

“In quelle zone la copertura telefonica è a singhiozzo, e i turisti non riescono sempre a scaricare mappe e cartografia del posto sul proprio cellulare, a causa della mancanza di rete mobile – continua Dal Mas -. Molto spesso capita che da Vallorch o dal Millifret arrivino, specie in orari serali, richieste di soccorso”. Il consigliere chiede quindi la convocazione di un tavolo tecnico, formato “da tutti gli enti preposti alla gestione dei sentieri del Cansiglio”.

 

Nel bellunese, infatti, esistono “sentieri mappati addirittura con connessione satellitare, grazie al Cai. In provincia di Belluno è stato attivato anche un numero verde per i turisti in difficoltà lungo i sentieri”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×