05 giugno 2020

Treviso

Un anniversario in difesa dell'italianità

Atteggiamento intransigente del vicesindaco Braido contro l'immigrazione clandestina

| admin | commenti |

immagine dell'autore

| admin | commenti |

Fervono le polemiche in città, e non solo, dopo il discorso del vicesindaco Giovanni Braido che, il 3 novembre, ha aperto la cerimonia di celebrazione dell'88esimo anniversario della vittoria della grande guerra e festa delle forze armate. Il suo appello all'unità di religione e di cultura, contro un'immigrazione clandestina che "vuole sovvertire le nostre tradizioni" non è stato gradito da tutti gli esponenti politici, in primis dal sindaco di Fregona Giacomo De Luca che non ha apprezzato "il richiamo ai principi del cristianesimo strumentalizzato per fare una crociata". Anche l'associazione senza frontiere non ha gradito il discorso del vicesindaco, ritenendo che attaccare religioni diverse da quella cristiana sia un simbolo di debolezza e un forte ostacolo al dialogo con gli stranieri.

 



foto dell'autore

admin
inserire qui una descrizione del giornalista

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×