22/02/2024nubi sparse

23/02/2024rovesci di pioggia

24/02/2024pioggia debole e schiarite

22 febbraio 2024

Nord-Est

Turismo, tedeschi e austriaci trainano le vacanze in Veneto

Sul lago Garda e sulla costa. Schiavon: "In linea con le aspettative"

|

|

Turismo, tedeschi e austriaci trainano le vacanze in Veneto

VENEZIA - "Si tratta sicuramente di un quadro positivo in linea con le aspettative e con il trend che registriamo in questo periodo". Così il presidente di Federalberghi Veneto, Massimiliano Schiavon, commenta i dati Hbenchmark per il week end del Corpus Domini.

Tedeschi e austriaci trainano 'occupazione dele strutture del lago di Garda (91%) e dela costa (83%). "I territori della costa e del lago sono quelli che presentano i dati migliori, ma è da considerarsi positiva anche la presenza in montagna e nelle città d'arte - osserva - . Il Corpus Domini si conferma, quindi, un weekend che valutiamo positivamente e che non sembra risentire dell'effetto della guerra con il turista che predilige le spiagge".

Questo, però, aggiunge, "non attenua la nostra preoccupazione per i prossimi mesi dove fattori come costo delle bollette e rincari dell'energia rischiano di frenare, in particolare, il turismo interno. A questo si aggiunge il fatto che, poi, questi fattori pesano anche sui bilanci delle strutture alberghiere che si trovano costretti ad aumentare i prezzi con il rischio di perdere clienti in un circolo vizioso che danneggia operatori e turisti."

Schiavon conclude con una questa valutazione: "siamo fiduciosi che per i prossimi giorni si registri un sold out per tutte le destinazioni. Infatti c'è da considerare che i turisti tedeschi ed austriaci prenotano con più anticipo, mentre, gli italiani lo fanno più sotto data. Questo comportamento d'acquisto tipico dei rispettivi profili ci spiega perché montagna e città d'arte premiate da un mercato interno nei prossimi giorni potrebbero registrare un ulteriore incremento di occupazione "last minute" portando così ad un ulteriore miglioramento dei dati".

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×