03/12/2021pioggia e schiarite

04/12/2021pioviggine

05/12/2021pioggia debole

03 dicembre 2021

Treviso

Tumore al seno, a Treviso 43 donne che hanno vinto la battaglia modelle per una sera

Durante la sfilata raccolti 4.500 euro per la Lilt Treviso per l’acquisto di attrezzature per la palestra riabilitativa

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

sfilata Treviso

TREVISO - Hanno portato in passerella tutta la loro forza, il loro coraggio, la loro femminilità, la loro gioia ed emozione. Sono le 43 donne, dai 26 ai 73 anni, che sabato sera hanno preso parte alla sfilata in piazzale Burchiellati a Treviso. Ad accomunarle la malattia del tumore al seno che hanno affrontato, e qualcuna di loro sta ancora affrontando, tanto da sfilare in passerella con la parrucca e togliersela al momento dell'abbraccio emozionante con le amiche.

Quest'anno le donne di Cafè Coraggio, Akea Rosa e Stella Polare, con il supporto della Lilt di Treviso, della Casa di Cura Giovanni XXIII di Monastier e di Un Giro in Piazza di Monastier hanno accettato l'invito del comune di Treviso. La manifestazione è approdata in piazzale Burchiellati di fronte a quasi 450 persone che hanno applaudito le modelle vestite e truccate da 20 tra commercianti e realtà del territorio. Tutto per uno scopo benefico: raccogliere fondi per la Lilt di Treviso.

“E’ stato il frutto di un lavoro sinergico. Modelle che abbiamo visto prepararsi per settimane, anche nel piazzale della nostra nuova sede in Via Venzone "La Filanda Lilt” – racconta Nelly Raisi Mantovani vice presidente della Lilt di Treviso. “Queste donne speciali hanno sfilato trasmettendo emozione, energia, gioia e coraggio. Parte del ricavato andrà alla Lilt per l’acquisto di attrezzatura per la palestra riabilitativa che servirà all’intera popolazione del territorio”.

“Una serata ricca di emozione che ci consente gradualmente di tornare alla normalità e riaffermare l'importanza dei temi sociali” ha detto in apertura l’assessore Gloria Tessarolo. Tra gli ospiti d'onore anche Carolyn Smith, di “Ballare con le stelle” anche lei una donna in rosa che ha affrontato la malattia. “È dal 2015 che sto combattendo contro il tumore. Sono andata in televisione anche per abbattere il tabù della “vergogna” di cui molte donne sono ancora vittima”.


“Il tumore al seno- ha detto il dottor Paolo Burelli direttore della Brest Unit della Ulss2 presente all’evento- rappresenta in Veneto il 40% di tutti i tumori femminili” “Ed è, nella donna, la prima causa di morte per ogni fascia di età. È anche vero che è il tipo di malattia più studiata e che beneficia maggiormente di quelli che sono i vantaggi di tecniche che migliorano costantemente sia nell'ambito diagnostico, sia nell'ambito chirurgico che in quello ricostruttivo”.

“Essenziale è fare prevenzione con la diagnosi precoce - ha ribadito il dottor Bernardino Spaliviero radiologo senologo del Giovanni XXIII-. Sottoporsi alla mammografia ogni anno dopo i 40 anni”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×